Connettiti con noi

Ultimissime Lazio

Ultimissime Lazio: le parole di Hysaj, l’appello degli ultras

Pubblicato

su

Ultimissime Lazio LIVE, tutte le notizie del giorno in tempo reale. Le ultime ore della giornata in casa biancoceleste

Torino Lazio, streaming e diretta TV: dove vederla

ORE 20.40 – La Lazio trova il Torino per la quinta giornata di Serie A. La squadra di Sarri – che sta ancora cercando di automatizzare i meccanismi del tecnico – sfiderà i granata, una delle formazioni più in forma del campionato.

Il match, in programma allo Stadio Gran Torino andrà in scena giovedì 23 settembre alle ore 18.30, sarà visibile in diretta sia su Dazn che sul canale 202 di Sky Sport Calcio, quindi anche sulle piattaforme di SkyGO e NowTV.


Derby, il comunicato degli Ultras Lazio: «Saremo parte della scenografia»

ORE 20.20 – «Sveglia, domenica c’è il derby» comincia così l’appello degli Ultras Lazio in vista del grande appuntamento contro la Roma. Questo weekend, la Capitale ospiterà la stracittadina e la parte calda del tifo ha chiamato a raccolta tutti i sostenitori.

La raccomandazione è una: «Invitiamo TUTTI i laziali che hanno la possibilità di venire allo stadio domenica di indossare una maglia celeste, la propria sciarpa del cuore, e di portare una bandiera con i nostri colori sociali. Saremo parte integrante della scenografia». E il messaggio è chiaro: «Se dobbiamo essere la metà, tiferemo per tre».


Conferenza stampa Hysaj: «Con Sarri ci divertiremo, sui tifosi dico che…»

ORE 15.30 – Settimana importante per la Lazio. Dopo il pari amaro contro il Cagliari, ad aspettare la squadra di Sarri c’è il doppio confonto con Torino e Roma: la squadra di Juric è attualmente una delle formazioni più in forma del campionato, mentre il derby della Capitale è l’appuntamento più atteso della stagione.

Alla vigilia del match contro i granata Hysaj ha presentato la sfida in conferenza stampa. Ecco le sue parole:

SULLA CRESCITA  DI LUI E SARRI –  «Siamo un pò più maturi, io ho avuto altri allenatori ho fatto più moduli, lui allenato più squadre, ora siamo più maturi»

SUL GIOCATORE PIU’ FORTE ALLA LAZIO – «Sono tanti i giocatori forti forse se devo fare un nome dico Ciro Immobile è l’attaccante più forte. Meglio averlo in squadra che contro,  però poi ci sono anche Milinkovic, Luis Alberto»

SULLA SCELTA DELLA LAZIO – «Una marcia in più con Sarri, non ci ho pensato tantissimo. Quanto tempo ci voglia non si sa, stiamo migliorando ogni partita. Stiamo limando le cose che stiamo facendo male, ma con il mister e gli allenamenti sarà veloce il percorso».

CLICCA QUI PER LA CONFERENZA INTEGRALE


Torino Lazio, Juric: «Loro sono forti, ma vogliamo ripeterci»

ORE 14.20 – Ivan Juric, allenatore del Torino, ha presentato la sfida contro la Lazio in conferenza stampa, ecco le sue parole:

SULLA GARA –  «Con il Sassuolo abbiamo fatto un’ottima gara, vogliamo ripeterci è ovvio che la Lazio è una squadra di valore assoluto ma vogliamo vincere. Abbiamo fatto tante cose bene, domani c’è un’altro esame cercheremo di fare bene anche sè ogni partita ha una storia a se. La Lazio contro il Cagliari, pur con il pareggio ha fatto un’ottima gara. Noi l’abbiamo preparata come al solito” Dobbiamo cavalcare l’entusiamo che c’è in questo momento».

SUI CAMBI DI FORMAZIONE – «A Reggio Emilia abbiamo giocato con cinque cambi, adesso dobbiamo decidere: è fuori Praet, rientra Verdi»

SU PJACA – «Ha un piccolo fastidio, già lo aveva prima dell’iultima partita. Ha lavorato a parte, oggi è andata abbastanza bene. Domattina ulteriore test».

SULLA SQUADRA PIU’ FORTE ALLENATA – «Il Genoa era più forte come difensori esperienza, era una squadra molto formata, forte, questa squadra è in progressione, gli dò 5 ma può diventare da 7-8 se tutti facciamo gruppo e andiamo tutti dalla stassa parte. Dobbiamo alzare il livello e per farlo dobbiamo lavorare tanto».

SUI DIFFIDATI – «Penso solo alla partita di domani, Il Venezia in questo momento non conta niente.  Non mi interessa se un giocatore è diffidato o no. Ci sono giocatori che hanno qualosa in più degli altri e che sono troppo importanti».

SU BREKALO – «E’ un esterno normale, lui e Pjaca hanno caratteristiche simili. Sono esterni con buona tecnica, lui ha un buon tiro dai 15-16 metri»

SU POBEGA E MANDRAGORA – «Abbiamo tanti giocatori in mezzo, forse troppi, possiamo variare tanto. Sia Pobega e Mandragora mi sono piaciuti, hanno deciso il match. Possono giocare entrambi o non giocare nessuno dei due».

SUL VICE BREMER – «Vediamo, comunque Bremer deve continuare a crescere ed è un giocatore importante. Al suo posto vedo Zima, che con il tempo deve imparare tante cose. E anche Buongiorno ha fatto molto bene. Sono giovani con i quali lavoreremo tanto»

ANSALDI O AINA – «È una questione tattica. Hanno caratteristiche diverse: Ansaldi può essere un top player, in altri momenti preferisco un uomo di gamba come Aina e a livello di intensità fisica è sul modello Premier»

SU BELOTTI IN SCADENZA – «Assolutamente no, non è condizionato, è un leone. Anzi, è un vantaggio per tutti il contratto in scadenza. Quando sei in questa situazione, non puoi essere più motivato di così: per me è un grande vantaggio, penso che lui sia consapevole ed è stra motivato. Ma anche molto preoccupato e dispiaciuto per non dare il suo contributo. Lo vedo bene, voglioso e che ha voglia di lottare»


Zaccagni leggermente affaticato: di nuovo Pedro dal 1′?

Ore 8.40 – Un giorno  per capire qualcosa in più e per decidere. Una rifinitura per sciogliere gli  ultimi dubbi. Sarri, che non sarà in panchina per squalifica, riflette sugli undici da schierare in campo contro il Torino, con un pensiero, per quanto piccolo  e infinitesimale, che va anche al derby.

Dall’allenamento di ieri, il primo della settimana, si  è capito poco e nulla. Il mister ha, come sempre, mischiato un po’ le carte, Come raccontato da Il Corriere dello Sport, molto però si lega alle condizioni di Zaccagni. L’ex Verona sembra essere alle prese con un affaticamento, visto che ha lavorato in palestra. Ed è per questo che ieri sul campo si muoveva Pedro, che potrebbe giocare la seconda di fila in quattro giorni. Oggi, come detto,  si capirà qualcosa in più.

Per il resto i dubbi sembrano essere comunque pochi. Immobile, leggermente acciaccato, ha saltato la parte finale della seduta, ma dovrebbe essere regolarmente in campo. Rispetto al match con  il Cagliari potrebbero esserci due cambi: Marusic per Lazzari e Cataldi, autore del gol del pari, per Leiva. La rifinitura chiarirà maggiormente le idee.


Sarri salta anche il Torino, ma querela Chiffi: i dettagli

Ore 8.20 – Verdetto emesso e, come si prevedeva, non c’è stato alcun  tipo  di sconto. Maurizio Sarri salterà anche la sfida di domani contro il Torino, in quanto è stata confermata la squalifica di due giornate. Ma il tecnico biancoceleste però non intende fermarsi.

Infatti, come rivelato da La Repubblica, avrebbe deciso di procedere con la giustizia ordinaria nei confronti del direttore di gara Chiffi, che ha arbitrato la gara tra Milan e Lazio, querelandolo per diffamazioneNon resta che attendere cosa succederà.