Il derby di Strakosha: tra infortuni e quella statistica che ‘tranquillizza’ Inzaghi… e tifosi

strakosha
© foto www.imagephotoagency.it

Thomas Strakosha ci sarà nonostante qualche acciacco. Il portiere rientrato in anticipo dalla Nazionale, prenderà regolarmente parte al derby

Sorpresa per i più scettici. Conferma per i più maniacali, quelli che già dalla Primavera ne avevo intuito grandi qualità. Thomas Strakosha è uno dei leader di questa Lazio costruita in due anni da Simone Inzaghi. Dal possibile addio alla scalata finale con tanto di rinnovo di contratto fino al 2022. E’ diventato uno dei punti fermi su cui la società biancoceleste sta costruendo il proprio presente e anche il futuro. Un trofeo vinto contro la Juventus, in quella che a detta sua è la partita più bella della sua breve carriera. Nemmeno il rigore parato a Dybala riesce a superare l’emozione di una Coppa alzata con la Lazio, squadra che ormai si è impossessata del suo cuore.

TALISMANO DERBY– Sente la maglia come una seconda pelle e non vuole togliersela mai, figuriamoci in un derby. Per qualche attimo i tifosi laziali hanno tremato, ma il suo rientro anticipato a Roma è stato puramente a scopo precauzionale. Il portiere albanese sabato sarà regolarmente al suo posto, anche perchè in una partita del genere, pure la scaramanzia fa la sua parte. Il ‘talismano’ Thomas infatti tra Primavera e prima squadra ha disputato fino ad’oggi 7 derby. Di questi 7, ben 6 sono quelli vinti, mentre l’unico perso è quello dello scorso 4 aprile, quando la squadra di Spalletti vinse nel finale 3-2, ma non riuscì comunque a ribaltare il 2-0 dell’andata. Una sconfitta indolore per Thomas, pronto ad incrementare la sua statistica. Dopo qualche attimo di paura, si riprenderà il suo posto. Tra quei pali che saranno ancora suoi per tanto tempo. ‘Strak‘ c’è e con se porterà il ricordo di tutti i derby vinti. Dai 4 in Primavera che lo hanno fatto diventare grande, ai due che gli hanno fatto conquistare la maglia numero 1 della Lazio, oramai diventata per lui, una seconda pelle.

Articolo precedente
chievo milinkovicNazionali, pareggio per la Serbia: assist di Milinkovic – VIDEO
Prossimo articolo
gran galà aic lazioGran Galà AIC, tra i convocati nessuna traccia della Lazio