Calciomercato Lazio, un tesoretto da investire: le possibili mosse in difesa e attacco

© foto www.imagephotoagency.it

Calciomercato Lazio – Da Paletta a Gabbiadini: la società biancoceleste ha un tesoretto da spendere per rinforzare difesa e attacco

E’ una sessione di calciomercato che ha fatto ricca la Lazio. Dopo i 17 milioni di euro (più 3 di bonus) incassati con Biglia, i 5 milioni del riscatto effettuato dall’Atalanta per Berisha e i 2 di prestito oneroso procurati dall’affare Cataldi col Benevento, sono arrivati i 17 milioni dal Southampton per Hoedt. L’accordo tra i club è stato trovato ieri, il difensore olandese ha espresso la sua volontà di andarsene e, nonostante Inzaghi lo volesse confermare in organico, è stato accontentato, facendo realizzare alla società una plusvalenza importantissima (era arrivato a parametro zero due anni fa), tanto da farlo rientrare nelle 10 cessioni più remunerative della storia delle Aquile. Considerate le altre entrate elencate sopra (ed escludendo quelle derivate da sponsor e premi vari), significa che questa estate sono già stati incassati 39 milioni di euro. Altri ne entreranno per il prestito con diritto di riscatto di Kishna al Torino (quasi fatta) e dalle cessioni di Djordjevic (c’è l’interesse del Cagliari), Perea (Paços de Ferreira e Feirense, in Portogallo), Oikonomidis, Mauricio, Morrison (su di lui c’è il Birmingham) e Marchetti. Per Marusic, Lucas Leiva, Di Gennaro e Felipe Caicedo ne sono stati spesi invece poco meno di 15. Di conseguenza il club biancoceleste ad oggi ha a disposizione almeno 24 milioni da investire sul sostituto in difesa di Hoedt e colui che invece dovrà prendere il posto di Keita.

LE MOSSE DI CALCIOMERCATO – In difesa il prescelto sembra essere Paletta. Il difensore del Milan gradirebbe la destinazione, ha messo in stand by altre trattative già avanzate. L’italo argentino, esubero dei rossoneri, garantirebbe esperienza al reparto difensivo a un costo relativamente basso, circa 4 milioni. In questo caso ne avanzerebbero 20 per trovare il dopo-Keita (Brahimi del Porto e Gabbiadini del Southampton sono due nomi che piacciono, secondo l’edizione odierna de La Repubblica), sempre che la società non decida di aspettare per l’investimento grosso la prossima estate (Azmoun) e oggi viri su un’altra soluzione low cost in esubero dalle big del campionato, valorizzando così il giovane Palombi, molto stimato sia da Inzaghi che dalla società. La Lazio in ogni caso aspetta una mossa dalla Juventus. La telenovela legata alla ‘Maravilla’ potrebbe risolversi sulla base di 20 milioni di euro, bonus esclusi. In quel caso il bottino aumenterebbe ancor di più di valore.