PRIMAVERA – Mattia: “Contro l’Inter ci è mancata solo la fortuna. Adesso andiamo a prenderci le Final-Eight!”

© foto www.imagephotoagency.it

Brucia ancora la sconfitta immeritata in Coppa Italia contro l’Inter, per la primavera biancoceleste, ma da domani si torna a fare sul serio. Al “Mirko Fersini” arriva il Latina e i ragazzi di Inzaghi, se vogliono centrare l’obiettivo Final Eight, non possono più sbagliare. Per fare una panoramica generale sul momento che sta attraversando la squadra, ai microfoni di Lazio Style Radio, è intervenuto il capitano, Simone Mattia.

Siamo ancora amareggiati, non meritavamo di uscire dalla Coppa Italia. Siamo stati, a detta di tutti, nettamente superiori a livello di gioco e di determinazione. Supereremo questa amarezza solamente con altre vittorie. Cosa ci è mancato? Non so che dirti, ho visto determinazione, coraggio e cuore da parte di tutti. Ci è mancata solamente la fortuna, quest’anno non è dalla nostra parte. Anche il campo non era perfetto. Siamo stati superiori, il risultato però è questo. Vogliamo rifarci! Siamo andati lì con l’idea di vincere e fare almeno due gol, la rete dell’andata dell’Inter, in fuorigioco, ci ha sfavorito. Volevamo tenerci il trofeo ma purtroppo non è andata così. I cartellini rossi nel finale hanno incattivito la partita, queste decisioni ci hanno messo in grande difficoltà e ci ha tagliato le gambe. Il rosso a Calì? Non so cosa ha visto l’arbitro“.

Poi sul momento attuale: “Dopo la partita d’andata contro l’Inter abbiamo preso più consapevolezza e fiducia, siamo più sicuri e cattivi. Ognuno sa quello che deve fare e corre per l’altro, ci ha dato quello stimolo in più che ci mancava. I ’98? Si stanno inserendo bene perché li abbiamo messi subito sulla strada giusta. Stanno facendo tutti un buon percorso. Gli attaccanti? All’inizio c’era un po’ di timore vista anche la classifica. I nostri attaccanti li vedo bene, sono tutti sicuri dei propri mezzi e determinati. Anche noi difensori stiamo facendo bene, siamo sempre molto attenti, anche con l’Inter i gol subiti non sono venuti da nostri errori”.

Sulla rimonta in campionato:Crediamo nella ricorsa, è la nostra unica speranza. Dobbiamo spingere, sappiamo che dobbiamo andarci a prendere le Final Eight, non abbiamo scuse. Sul campo del Crotone non era semplice, ci siamo andati con la consapevolezza che perdere avrebbe complicato tutto. Eravamo determinati ma non spaventati. L’abbiamo portata a casa nonostante sia stata una partita abbastanza nervosa. Rispetto alla gara d’andata siamo cresciuti, ci siamo conosciuti meglio anche tra di noi. Quando cambi molto è difficile all’inizio, le partite insieme ci hanno aiutato. Il modulo? Il mister cambia modulo a seconda dei giocatori che ha a disposizione, il 4-3-3 è il nostro pane quotidiano, lo abbiamo studiato tanto e conosciamo bene i movimenti. Cambiare modulo non è sbagliato, bisogna anche sapersi adattare per riuscire ad affrontare ogni partita come meglio”.
Le prossime due gare saranno contro Latina e Bari: “Contro i pontini sarà difficile, non dobbiamo sottovalutare nessuno. Vogliamo solamente i tre punti, sono fondamentali. Proveremo a vincere con tutti i mezzi, siamo consapevoli delle nostre qualità. Il Bari? Negli ultimi anni ci aveva tolto troppi punti, quest’anno finalmente abbiamo vinto. Le partite che verranno sono i nostri punti che mancano. Manoni? Sarebbe in grado di giocare anche in porta (ride,ndr). E’ un jolly che può ricoprire più ruoli, è sempre molto utile, ci dà tanto”.