Lazio, da comparsa a risorsa: Inzaghi scopre Akpa Akpro

© foto www.imagephotoagency.it

Il centrocampista ivoriano è stato inserito da Simone Inzaghi nelle liste per la Serie A e Champions League. E ora sogna in grande.

Un passo dopo l’altro con un sogno nel cuore. Akpa Akpro si gode il momento e non si pone limiti. Tre presenze con la maglia della Lazio, subentrando contro Cagliari, Atalanta e Inter. Tre spezzoni positivi per convincere Simone Inzaghi di aver fatto la scelta giusta, inserendolo nella lista per la Serie A. Il centrocampista ivoriano 28enne non si è fatto spaventare dallo scetticismo con cui è stato accolto all’inizio. Qualcuno, ancora oggi, anche tra gli addetti ai lavori, fatica a pronunciare il suo nome. «Ak-pa Ak-pro». Le pause sono necessarie per non commettere errori, ma chi il calcio lo conosce bene non ha avuto esitazioni sulle sue qualità. Mezzala, mediano e incontrista dinamico: l’ex Salernitana è un jolly alla corte di Inzaghi. In pochi, durante il ritiro estivo di Auronzo di Cadore, avrebbero scommesso sulla sua permanenza alla Lazio. Akpa, invece, allenamento dopo allenamento, si è meritato la fiducia del tecnico, che non ha esitato a gettarlo nella mischia all’Olimpico e alla Sardegna Arena.
Insomma, per Akpa Akpro non sarà facile, ma l’ivoriano sogna il grande. In due campionati di Serie B ha giocato 62 partite con la Salernitana. In carriera vanta ben 120 presenze in Ligue 1 con la maglia del Tolosa. Un curriculum niente male con uno “sponsor” non indifferente: Didier Drogba. «Congratulazioni per questa sfida». Così l’ex attaccante del Chelsea commentava l’approdo di Akpa alla Lazio. I due hanno fatto parte della spedizione della Costa d’Avorio per il Mondiale in Brasile del 2014. L’avventura degli “Elefanti” si fermò ai giorni. Un anno dopo Akpa vinse la Coppa d’Africa in Guinea Equatoriale. Un altro successo ottenuto senza i favori del pronostico. Così si legge sull’edizione odierna de Il Messaggero.