Lazio, Chelsea e United vogliono de Vrij: Lotito chiede 60 milioni

de vrij lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Super-offerta in arrivo per De Vrij, ma stavolta la Cina non c’entra nulla. Ci sono il Manchester United e il Chelsea, pronte all’affondo. Non subito chiaramente, per giugno, ma il corteggiamento è già iniziato al punto che la Lazio ha già fatto una valutazione per il centrale olandese. Per Lotito il cartellino di Stefan vale non meno di 60 milioni di euro. Ha già dato indicazioni precise ai mediatori che si sono informati per recapitare un’offerta a Formello nel prossimo futuro. Soprattutto ora che i prezzi del mercato sembrano schizzati ai massimi storici. Soprattutto ora che difensori centrali forti come De Vrij se ne vedono pochi in giro per l’Europa.

Soprattutto ora che De Vrij non ha ancora rinnovato il suo contratto in scadenza nel giugno del 2018 e la Lazio, se non dovesse trovare un accordo relativo al prolungamento in tempi rapidi, sarebbe praticamente costretta a vendere il giocatore a 12 mesi dalla scadenza naturale dell’accordo. Vendere, non svendere, perché la concorrenza per strapparlo ai biancocelesti creerà probabilmente un’asta di mercato.

Eppure i rapporti con gli agenti del ragazzo sono ottimi. Motivo per cui difficilmente De Vrij farà la guerra per andare via. Anzi. E’ cresciuto e diventato giocatore di alto livello. Potrebbe essere trovato un accordo per un rinnovo con clausola rescissoria, in modo tale da tutelare il club e al tempo stesso permettere al giocatore di fare un salto di qualità in una grande del calcio internazionale, nel caso in cui ci fosse un’offerta sostanziosa per andare via. Un’offerta appunto vicina a quei 60 milioni di euro che pretende Lotito per cedere l’olandese.

I rapporti tra il giocatore, i suoi agenti e la Lazio fanno pensare che possa essere studiata una soluzione capace di mettere eventualmente tutti d’accordo. La società che incasserebbe un assegno altissimo e De Vrij stesso, che dopo tre anni di Lazio sarebbe pronto ad andare a giocare in un top club per provare a vincere la Champions League. Gli unici che potrebbero rimanere scottati dall’eventuale partenza dell’olandese sarebbero i tifosi che hanno iniziato ad amarlo dal giorno del suo arrivo e non hanno smesso di coccolarlo, nemmeno nei mesi del brutto infortunio.

Ora De Vrij è tornato al top della forma. E se il Chelsea aveva offerto quasi 30 milioni di euro per averlo ad agosto, quando l’olandese era appena rientrato dall’infortunio al crociato, ci sono pochi dubbi sul fatto che in vista di un trasferimento nella prossima estate, possa offrire molto di più di quella cifra per provare a mettere in difficoltà la Lazio. Anche perché Conte, insieme a Koulibaly, l’ha messo in cima alla lista dei rinforzi per puntellare la difesa dei Blues e pure Mourinho pensa che De Vrij possa blindare la difesa dello United.

La Lazio intanto se lo gode e fa crescere al suo fianco quelli che dovranno raccogliere la sua eredità nella prossima stagione: Hoedt, Wallace, Bastos, i tre centrali che si contendono la seconda maglia da titolare. Chi non riesce a trovare molto spazio ultimamente è invece Danilo Cataldi che ha fatto capire che il suo futuro potrebbe essere da subito lontano dai biancocelesti. A gennaio.

C’è il Sassuolo che sarebbe disponibile a prenderlo in prestito con diritto di riscatto, ma bisogna capire se la Lazio possa essere interessata a portare avanti un’operazione di questo tipo. Difficile, anche perché poi il direttore sportivo Igli Tare sarebbe costretto a trovare in tempi ristretti un centrocampista che possa sostituirlo.

Si lavora invece quotidianamente per concretizzare il rinnovo del contratto di Biglia. La strada sembra finalmente in discesa per un prolungamento con adeguamento fino al 2020 ma servirà un altro incontro con il suo agente Montepaone per mettere tutto nero su bianco. Anche per accordarsi sul pregresso, attraverso alcuni bonus che permetteranno all’argentino di guadagnare quanto “perso” nel periodo di questa lunga trattativa.

Fonte: Manuele Baiocchini – Goal.com

Articolo precedente
europa leagueOn. Palozzi: «La Roma avrà lo stadio di proprietà. Lazio? Non esiste nessun progetto, al massimo c’è alla Playstation»
Prossimo articolo
Basilone, Prefetto di Roma: «Sulle barriere ci sarà un monitoraggio a gennaio, poi decideremo»