Connettiti con noi

Coppa Italia

Farris: «La sconfitta brucia, ma la prestazione ci dà serenità»

Pubblicato

su

Il vice Farris ha analizzato la gara della Lazio contro l’Atalnta, al termine del match: ecco le sue parole

La Lazio cede il passo all’Atalanta dopo una gara pirotecnica: al Gewiss Stadium termina 3-2 per i padroni di casa. L’analisi del vice Farris alle telecamere di Rai Sport e ai microfoni di Lazio Style Radio:

GARA – «Abbiamo perso un’occasione importante, siamo dispiaciuti. Non abbiamo gestito i momenti clou della gara, come chiuderla nel primo tempo. Siamo stati bravi a rimanere in partita, l’abbiamo fatta, ma giustamente l’Atalanata si è difesa in 10, ha fatto un bel fortino e non ci ha lasciato spazi. Era un’occasione importante, ma dagli errori si impara e già domenica lo faremo». 

PUNTI PERSI – «La Champions ci ha tolto energie perchè non avevamo ricambi, quando devi far giocare gli stessi, lasci qualcosa. Nell’ultima parte abbiamo fatto un bel filotto, ci tenevamo alla Coppa Italia, ma è stata una bella partita. La squadra forte pensa già alla prossima».

Farri al canale ufficiale

ANALISI – «Brucia, ma dobbiamo ripartire dalla buona prestazione. Siamo stati bravi a non scomporci dopo il primo svantaggio, abbiamo gestito bene fino al 1-2. Abbiamo peccato di concentrazione nei momenti topici: dovevamo chiuderla e sfruttare la superiorità numerica. Dovevamo arrivare ai supplementari per fare qualcosa in più. Non siamo contenti, ma la prestazione ci dà serenità».

TATTICA – «I ragazzi hanno avuto pazienza, l’idea era aprire gli spazi con Correa e Lazzari e dento i saltatori come Muriqi, Acerbi e Milinkovic. Non abbiamo trovato lo spunto giusto, ma non è facile quando trovi la squadra che si chiude». 

GARA FISICA – «Domenica? Servirà determinazione. Dobbiamo capire chi recupera, perchè le partite sono attaccate e qualcosa cambieremo. Con loro abbiamo fatto ogni genere di partita, sul piano fisico possiamo inserire qualcosa di fresco».

Conferenza stampa

«Tenevamo molto alla Coppa Italia, l’avevamo preparata bene, ci è mancata forse lucidità nei momenti importanti della gara. Avremmo dovuto chiudere il primo tempo in vantaggio e nella ripresa avremmo dovuto evitare il loro 3-2 subito dopo l’espulsione di Palomino. Analizzeremo questi errori, per il resto nel finale la squadra ha fatto il suo, cercando di allargare gli spazi nel finale.

Purtroppo non è arrivato il gol del pareggio, anche a causa della loro difesa. Negli ultimi anni contro l’Atalanta sono sempre state sfide intense, siamo dispiaciuto perché avremmo voluto andare avanti in Coppa ma adesso bisogna guardare avanti.

Nella parte iniziale della stagione abbiamo avuto tanti indisponibili, che ci hanno fatto perdere qualche punto in campionato, togliendoci alternative importanti nel doppio impegno Serie A-Champions League. Adesso valuteremo le condizioni dei calciatori in vista di domenica, cercando di scegliere i più freschi».