ESCLUSIVA – Silvagni: «Con la Sampdoria grande partita. Lazio in Champions? Beh…»

© foto Lazio News 24

ESCLUSIVA LN24 – Lorenzo Silvagni, ex Lazio Primavera, è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni per parlare del match di Genova e molto altro

Sampdoria-Lazio 1-2 ed altri tre punti messi in cassaforte dalla compagine biancoceleste. La Lazio di Simone Inzaghi viaggia ad una media punti di circa 2,02 a partita, ad oggi è quinta a -7 dalla capolista ma con un match da recuperare. Davvero eccezionale questa prima parte di stagione per i capitolini. Per parlare di tutto questo, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Lazionews24.com Lorenzo Silvagni, ex Lazio Primavera attualmente in forza all’Anzio Calcio 1924, con la cui maglia la scorsa stagione ha disputato un campionato a dir poco brillante. Ecco le sue parole.

Quella di Genova è stata una partita al cardiopalma, ma soprattutto una vittoria meritata; nonostante questo, l’ombra del VAR continua a penalizzare i biancocelesti…

«La partita di Genova è stata una delle partite più belle di questa Serie A, l’ennesima prova che la Lazio è una top di questo campionato, battere la Sampdoria a Genova era un’impresa tanto che non aveva mai perso fino a domenica; la mano di Inzaghi si vede perché la squadra non molla mai, anche quando si trova sotto a venti minuti dalla fine. Il VAR continua a non dare una mano alla Lazio e sinceramente non mi spiego perché.. meglio non parlarne».

Sabato prima della partenza dei capitolini per Genova, vi siete incontrati a Fiumicino; cosa ti ha detto Inzaghi e che effetto ti ha fatto rivederli?

«E’ stato bello rivedere i miei ex compagni tutti insieme, li ho visti felici e soprattutto anche chi gioca poco è soddisfatto del percorso che sta facendo, come ho detto già in passato, Inzaghi con il tempo darà il giusto spazio a tutti. Il mister mi ha chiesto come stavo e come sta andando ad Anzio. È stato bello confrontarmi con lui e anche con gli altri membri dello staff!»

Domani lo Zulte Waregem, lunedì il Torino; la partita di Europa League è un ottimo modo per fare un po’ di turnover e far rifiatare i big…

«La partita di domani sera è un buon test per mettere le “seconde” linee alla prova, vedere fisicamente come stanno e soprattutto se riescono a reggere il ritmo partita perché comunque è una partita di livello internazionale. Quella di Torino sarà un’ulteriore test per confermare quello che di buono è stato fatto a Genova, dopo la sconfitta nel derby e il pareggio interno con la Fiorentina la Lazio deve riprendere quei punti lasciati per strada e sono sicuro che lo farà».

Probabilmente in Europa League giocherà Palombi; cosa pensi di questo ragazzo ?

«Il Palo (ride, ndr) lo seguo e merita di trovare spazio, è un bravo ragazzo ed un buonissimo giocatore, ha grandi margini di miglioramento. Giovedì spero trovi spazio e che possa fare bene in modo tale da far vedere le proprie qualità».

Secondo te questa squadra è da Champions?

«La Lazio che ho visto finora merita altamente di approdare in Champions League, l’unica sfortuna è che in questo campionato molte squadre stanno andando forte e sarà dura mantenere questi ritmi fino alla fine. Sono sicuro che con dei rinforzi e con il giusto lavoro possano raggiungere questo traguardo, se lo meritano», conclude Silvagni.

Articolo precedente
Crotone, cercasi nuovo allenatore: la dirigenza pensa all’ex biancoceleste
Prossimo articolo
Calciomercato Lazio, idea Donsah: la situazione