Eremita (SampNews24): «La Lazio può ambire al terzo posto. Inzaghi-Giampaolo? Ecco i punti in comune…» – ESCLUSIVA

Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Il parere dell’avversario – Alla vigilia dell’importante match di campionato tra Lazio e Sampdoria, l’intervista esclusiva ai microfoni di Lazionews24 ai collega di Sampnews24

Tutto pronto per il match di campionato tra Lazio e Sampdoria. Vista l’importanza della gara in chiave Champions, la redazione di Lazio news 24 ha intervistato in esclusiva Alessio Eremita di Sampnews24. Il collega, rispondendo ad alcune nostre domande, ci ha svelato l’assetto tattico e la formazione per la quale opterà mister Giampaolo, oltre a darci qualche informazione sul modo in cui i blucerchiati stanno vivendo i giorni immediatamente precedenti alla gara:

La Sampdoria, dopo un’ottima prima parte di stagione, ha vissuto un periodo non facile, confermato dalle pesanti sconfitte contro Crotone, Chievo ed Inter. A quale fattore amputeresti la serie negativa? Ad oggi, questo momento è stato definitivamente archiviato?

«La mancanza di risultati degli ultimi mesi è dovuta a un calo fisico e mentale di tutta la squadra, peraltro non abituata a reggere le gravose pressioni dettata dalla sua alta posizione in classifica. Onestamente è difficile asserire che il momento negativo sia definitivamente passato perché la Sampdoria ha da sempre dimostrato di non saper dare continuità ai propri risultati. Sicuramente il luogo comune “grande con le grandi, piccola con le piccole“ non può che aiutare in vista della partita contro la Lazio».

Con quale modulo e affidandosi a quali giocatori mister Giampaolo cercherà di mettere in difficoltà la Lazio? L’allenatore dovrà fare i conti con qualche assenza importante? Ci sono ancora ballottaggi che dovranno essere sciolti il prima possibile?

«Giampaolo non adotta mai un modulo differente dal 4-3-1-2. Gli unici ballottaggi riguardano la fascia sinistra, con Strinic favorito su Regini dato l’infortunio di Murru, e la trequarti, con Caprari nuovamente avvantaggiato su Ramirez. Per il resto, non dovrebbero esserci ulteriori colpi di scena, sarà presentata la medesima formazione di mercoledì sera».

Il rendimento di Lucas Torreira dice 4 gol ed 1 assist tra campionato e Coppa Italia. Qual è il tuo giudizio su un giocatore che ha da subito catalizzato su di sé le attenzioni di numerose big? I suoi numeri sono in linea con le aspettative, oppure si pensava ad un bottino più ricco?

«Torreira si è confermato il pilastro di questa Sampdoria al suo secondo anno da titolare inamovibile in Serie A. Il rendimento è reso ancor più prestigioso dal fatto che, in questa stagione, abbia la possibilità di portare maggiormente il pallone e dialogare più frequentemente con gli attaccanti, che molte volte gli permettono di cercare la conclusione da fuori area. E le reti finora realizzate dimostrano questa nuova impostazione tattica».

Giampaolo ha ottenuto il riconoscimento di ‘Panchina giusta’ all’interno della competizione di Football Leader 2018. Inzaghi, anche se non ha ottenuto il premio, ha ricevuto gli elogi di tanti esperti del mondo calcio. Trovi qualche punto in comune tra i due allenatori?

«Quando si parla del giro di panchine in estate, si associano sempre i nomi di Giampaolo e Inzaghi. Indubbiamente possiedono molti punti in comune, partendo dal concetto generale di una mentalità pragmatica e poco astratta. Mi colpisce di entrambi l’attenzione maniacale verso il gioco che la squadra deve proporre in campo».

La gara d’andata terminò con la vittoria della Lazio, che riuscì ad ottenere i tre punti in pieno recupero con il gol di Caicedo. Cosa – del gioco dei biancocelesti – ti ha convinto maggiormente? Domenica all’Olimpico che partita ti aspetti?

«Quella dell’andata fu una partita strana, forse la chiara rappresentazione della sorte della Sampdoria. Domenica per i blucerchiati sarà l’opposto, ossia una prestazione non di alto livello ma possibilmente cinica, destinata al risultato finale piuttosto di tutti gli aspetti che compongono l’estetica del calcio. La Lazio padroneggerà il palcoscenico con il suo gioco rapido e mnemonico, starà alla Sampdoria saper osservare lo spettacolo e colpire nel momento più opportuno per portare a casa qualche punto».

La lotta per la qualificazione in Europa League è serrata tanto quanto quella per la Champions League. Quante pensi possano essere le probabilità per le compagini in gara di centrare i propri obiettivi?

«La Lazio può ambire per evidenti mezzi tecnici al terzo posto, non credo avrà problemi nel raggiungere la qualificazione in Champions League malgrado un calendario pressoché complicato. La Sampdoria dovrà invece prima contare su se stessa, ottenendo il maggior numero di punti, poi sperare che le dirette concorrenti quali Milan, Atalanta e Fiorentina commettano passi falsi da qui alla fine del campionato. Onestamente, osservando il cammino intrapreso dai blucerchiati e considerando ogni variabile, appare complesso il raggiungimento di un posto in Europa League».