Calciomercato – Il sostituto di Biglia si chiama Defour: «Non rifiuterei una chiamata dall’Italia». L’ag.: «Non tutti possono permetterselo»

© foto www.imagephotoagency.it

AGGIORNAMENTO ORE 14:03 Per chiarire le voci su un possibile interessamento della Lazio su Defour, ci ha pensato il suo agente ai microfoni di HLN, Paul Stefani: «E’ normale per un calciatore pensare al proprio futuro quando arrivano offerte irrinunciabili. A Steven non dispiacerebbe restare all’Anderlecht ma tutto dipende dalle offerte che arrivano. Molte squadre lo seguono, ma non tutte possono permetterselo. Qualora arrivasse un’offerta degna, l’Anderlecht lo lascerebbe partire.»

Il calciomercato estivo della Lazio girerà intorno alla partenza di Lucas Biglia. Il contratto del ‘Principito’ scade nel giugno 2018, le pretendenti però non mancano: Inter e Juventus hanno già messo gli occhi sul centrocampista argentino, il presidente Lotito non sembra però intenzionato a fare sconti e non abbassa la valutazione che rimane intorno ai 25 milioni di euro. In caso di cessione il club biancoceleste dovrà trovare un degno sostituto, per questo il ds Tare si è già mosso nella ricerca di un profilo adeguato. In casa Anderlecht c’è un profilo che farebbe al caso della Lazio, si chiama Steven Defour, regista classe ’88 ex Porto, valutato 4 milioni di euro. «Sarebbe difficile dire di no ad un’offerta dall’Italia. Se arrivasse da un buon club perché no?», queste le parole del calciatore per il quotidiano belga La “Dernière Heure“. Messaggio abbastanza chiaro, una nuova telenovela è pronta ad iniziare.