Connettiti con noi

Campionato

Pagelle Lazio Napoli: Patric, che errore. Pedro, una gemma inutile

Pubblicato

su

I voti ed i giudizi ai protagonisti del match di campionato tra gli azzurri e i biancocelesti: pagelle Lazio Napoli

Le pagelle dei protagonisti del match tra Lazio e Napoli, valido per la 27ª giornata del campionato di Serie A 2021/2022.

STRAKOSHA 6 – Dopo un ora quasi da spettatore, non può nulla sul gol di Insigne. E dopo lo svantaggio tiene a galla con alcuni interventi.

MARUSIC 6,5 – Superlativa la sua diagonale a circa metà primo tempo, con cui salva un gol praticamente fatto, anticipando Osimhen. La sua fisicità è un fattore

LUIZ FELIPE 5,5 – Buon primo tempo, ma scende di livello nella ripresa. Molto spesso sembra spegnersi e perdere la concentrazione.

PATRIC 5 – Gioca una partita attenta e gagliarda, fino all’errore con cui regala al Napoli il pallone del gol. Un errore che cambia la partita (84′ ACERBI –

RADU 6 – Ormai si è preso la maglia da titolare. E la sua prestazione di oggi, ordinata e diligente, fa capire che merita questa fiducia (71′ HYSAJ 5 – Entra malissimo in partita, sbagliando tutto lo sbagliabile).

MILINKOVIC 7 – Di un’altra categoria. Arretra per prendersi il pallone, giganteggia dal punto fisico e lavora tantissimo di sponda. Un giocatore totale.

LEIVA 6 – Dà tutto quello che ha, tanto che nella ripresa cala vistosamente. Buona prova comunque la sua ( 84′ BASIC s.v.).

LUIS ALBERTO 5,5 – Spreca un’occasione ghiottissima dopo pochi minuti. L’immagine di una partita non brillantissima, per quanto sia sempre nel vivo del gioco. Gli manca il guizzo. Un guizzo che potrebbe dargli fiducia.

FELIPE ANDERSON 6 – Incredibile ma vero, si fa notare più per le chiusure difensivi, di cui una fondamentale nel primo tempo, dove intercetta un pallone di Insigne per Zielinski. Cala un po’ nella ripresa (65′ PEDRO 7,5 – Una gemma d’autore che impatta la partita. Solo un fuoriclasse può pensare a una conclusione del genere. L’unica nota stonata è che serve a poco).

IMMOBILE 5,5 – Non segna e questo fa notizia. Sbaglia un’occasione a inizio partita, che forse avrebbe potuto cambiare la storia del match. Lotta, ma soffre la fisicità di Koulibaly.

ZACCAGNI 6 – Di Lorenzo è un cliente tosto, ma lui è in gran spolvero. Cala però alla distanza.