PAGELLE Bruges-Lazio: Reina e Acerbi alzano il muro. Patric, che ingenuità! VOTI

© foto www.imagephotoagency.it

I top e flop e i voti ai protagonisti del match valido per la seconda giornata del Gruppo F della Champions League 2020/21: le pagelle di Bruges-Lazio.

 

Termina 1-1 il match tra Bruges e Lazio, valido per la seconda giornata del Gruppo F della Uefa Champions League 2020/21. Ecco le nostre pagelle:

REINA – Spiazzato in occasione del calcio di rigore dell’1-1. Non sempre preciso con i piedi. Bravo e fortunato su Dennis in apertura di ripresa. Reattivo sul colpo di testa di Rits. VOTO 7

PATRIC – Parte con la solita abnegazione in fase difensiva: mura una conclusione di Vormer. Poi due battute d’arresto a metà primo tempo che rischiano di costare caro. Trattiene ingenuamente Rits, regalando un calcio di rigore agli avversari. VOTO 4,5
Dal 45′ PEREIRA – Non si nota il suo ingresso in campo per 20′. Scodella bene sulla testa di Muriqi. Troppo lezioso, si divora un gol provando a rientrare sul sinistro. VOTO 5,5

HOEDT – Attento, a volte preferisce non badare allo stile e spazzare lontano, per evitare pericoli. Troppo irruento in alcune circostanze. VOTO 6.

ACERBI – Ormai a sinistra è una risorsa: aiuta Fares a spingere sulla fascia. Nonostante si trovi spesso davanti è sempre presente e puntuale in fase difensiva. Punto di riferimento quando c’è da soffrire. VOTO 7

MARUSIC – Scambia con Correa in occasione del vantaggio biancoceleste. Meno scolastico del solito, si sacrifica come contro il Dortmund. VOTO 6,5

AKPA AKPRO – Si ostacola con Caicedo quando prova a deviare di testa un cross di Marusic. Spesso impreciso, commette troppi falli. Prova la conclusione da fuori senza successo. Una progressione importante nella ripresa. VOTO 6

PAROLO – Prima partita da titolare in Champions League: da capitano, mette la propria esperienza a disposizione di Inzaghi. Fa il suo, di più non si può chiedergli. Inizia regista, finisce difensore. VOTO 7

MILINKOVIC-SAVIC – Prova a giostrare il centrocampo: con l’assenza di Luis Alberto, tocca a lui prendere la Lazio per mano. Tiene palla, lo fa con la solita classe. Un grande Mignolet gli nega il gol dopo un aggancio da manuale. VOTO 6,5

FARES – Prestazione in linea con quelle delle ultime uscite: non ancora fisicamente al top, in ritardo nei contrasti. Spreca una ghiotta occasione sul finale di primo tempo, anche se sarebbe stato tutto vanificato dal check VAR. VOTO 5
Dal 55′ MURIQI – Sbaglia molti palloni. Salva in area di rigore un tentativo pericoloso del Bruges. Totalmente in ombra per il resto del tempo. VOTO 5

CORREA – Sblocca il match con uno splendido tiro a giro col piede debole. Sparisce in alcuni tratti del match, ma non per colpa sua. Una delle poche luci nella notte di Bruges. VOTO 7

CAICEDO – Molto isolato, dovrebbe essere un punto di riferimento davanti ma viene trovato poco. I compagni non lo aiutano. VOTO 5
Dal 68′ CZYZ – 
All’esordio in prima squadra, viene ammonito per un fallo su Dennis. Paga l’inesperienza. VOTO 5,5

All. INZAGHI – In un momento di emergenza assoluta schiera la migliore Lazio possibile. Ha i cambi contati e poche carte da giocare. La squadra parte bene e, con una maggiore attenzione difensiva, avrebbe potuto portare a casa i tre punti. VOTO 7