Hoedt si confessa: “Nessuno credeva in me, come calciatore stimo Bonucci”

© foto www.imagephotoagency.it

Wesley Hoedt è stato intervistato ai microfoni di Voetbal International, rilasciando interessanti dichiarazioni in merito al proprio trasferimento in Italia: “Era arrivato il momento di lasciare l’AZ, ho colto un’occasione irrinunciabile. Molti, in Olanda, erano sicuri del fatto che avrei fallito, ma dubito che questa sia stata una stagione negativa per me. Ho solo 22 anni, ho tutto il tempo per crescere e per migliorarmi”. Poi confessa di avere un suo modello di calciatore: “Mi ispiro molto a Bonucci, sono sincero. Lui, alla mia età, giocava ancora in Serie B e, guardando dov’è arrivato, si capisce quanto sia la prova evidente del fatto che con la forza di volontà si può ottenere davvero tutto”.