Siviglia-Lazio: Machin: «Non mi preoccupo delle loro assenze, penso alle nostre». Mesa: «Sarà una notte magica»

© foto www.imagephotoagency.it

Le parole del tecnico del Siviglia Machin e del centrocampista Roque Mesa, intervenuti in conferenza stampa

Domande per Machin:

Che partita si aspetta domani?

I giocatori sono pronti, la squadra ha ambizioni. Dopo aver perso contro il Villarreal, è normale che la squadra soffra. Ma tutto l’ambiente è pronto. Ci sono dei precedenti che ci hanno premiato, ma non sottovalutiamo la Lazio. Vogliamo fare bene, non è un buon momento per noi, ma cercheremo di vincere.

Come è andata la partita contro il Villarreal?

In vari momenti, contro il Villarreal, pensavo che la squadra non fosse ben messa in campo. C’è stata molta differenza tra primo e secondo tempo.

In casa i risultati sono stati positivi: ci sono alcuni segnali negativi in questo momento?

Posso garantire che da professionista esigente, cerco di analizzare le nostre partite, sconfitte e vittorie. Serve continuità. Nel calcio, con più errori del dovuto, alla fine si perde. Nelle ultime giornate abbiamo sofferto tanto, siamo meno efficaci. Prima non era così. Ora dobbiamo creare più opportunità e cercare di rimanere concentrati in difesa. Siamo comunque una squadra con ottimi giocatori.

Sta pensando di cambiare modulo?

Penso si dia troppa importanza al modulo. La cosa importante è l’idea, la filosofia di gioco. Ho diverse alternative, abbiamo lavorato molto su queste cose. In campo mettiamo il 3-5-2, il nostro schema preferito. Le altre sono tutte cose alternative.

Luis Alberto fuori, cosa ne pensi?

Si tratta di un giocatore importante. Mi preoccupo però delle nostre assenze, non degli avversari. Con Luis Alberto in campo il gioco della Lazio sarebbe stato diverso. Vedremo dopo le formazioni. La Lazio è una squadra che viene qui senza nulla da perdere. Sarà un match complicato, bisogna stare attenti.  Abbiamo bisogno dei nostri tifosi, saranno fondamentali, lottiamo per loro.

L’orario della partita, pensi che i tifosi ce ne siano pochi?

Non lo penso. Storicamente, i tifosi del Siviglia sanno che la squadra, per vincere, hanno bisogno del loro sostegno al 100%. Capisco che alcuni saranno a lavoro. Sarebbe bello sempre giocare di sera. Purtroppo non si può. Se qualcuno potrà uscire mezz’ora prima dal lavoro, lo farà.

La situazione tra ultras? Che messaggio vuole lanciare?

A Roma è successa una cosa grave, non capisco come dei tifosi possano darsi appuntamento per fare a botte. Ma questo non c’entra con la partita tra Siviglia-Lazio.

Quanto hanno influito gli infortuni?

Gli infortuni condizionano non poco. Non so quale sia la situazione di Inzaghi. La Lazio cercherà di mettere in campo la miglior formazione, noi faremo lo stesso. Dobbiamo concentrarci.

Immobile come va limitato?

Gli faremo gli auguri per domani. Speriamo che non festeggi segnando con un gol. Ciro è importantissimo per la Lazio, conosce questo stadio. Qui però non ha reso al meglio. Lo studiamo, ma non so come starà a livello di forma.

Domande per Roque Mesa:

Come sta la squadra dopo la sconfitta contro il Villarreal?

Quando si perde bisogna pensare a cosa non ha funzionato. Non è mai bello perdere. Contro la Lazio è una partita importante. Serve tornare a vincere, il Villarreal è ormai il passato, pensiamo alla Lazio. La differenza comunque la fa la testa.

Che notte ti aspetti?

Sarà una serata magica come succede sempre in Europa con i nostri tifosi. Siamo concentrati per vincere. Banega squalificato? Abbiamo altri giocatori per sopperire alla sua mancanza. In questo momento pensiamo solo alla Lazio, dobbiamo passare il turno.

Cosa dici ai tifosi visti i disordini dell’andata?

Il calcio è una festa, quello che succede fuori dal campo non c’entra con il calcio. Speriamo non accada nulla.