Lazio-Roma 3-0, pagelle e tabellino

© foto www.imagephotoagency.it

Lazio-Roma, Serie A 2018/2019: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Lazio-Roma 3-0 Allo Stadio Olimpico, la Lazio batte la Roma col risultato di 3-0 nel Derby valido per il 26° turno della Serie A 2018/2019. I biancocelesti, con una prova convincente, vincono il Derby numero 150 in Serie A in una gara a tratti dominata. Alla rete di Caicedo in apertura (12′), hanno fatto seguito le marcature dei subentrati Immobile (calcio di rigore al 73′) e Cataldi (89′). La Lazio, oltre alla vittoria per l’orgoglio cittadino, conquista tre punti d’oro per la classifica; biancocelesti adesso in sesta posizione con 41 punti (e la gara contro l’Udinese da recuperare), appena sotto la Roma (44) e l’Inter (quarta con 47). Per continuare ad alimentare l’obiettivo quarto posto, la squadra di Inzaghi è attesa domenica sera sull’insidioso campo della Fiorentina.

Lazio-Roma 3-0: pagelle e tabellino

MARCATORI: 12′ Caicedo, 73′ rig. Immobile, 89′ Cataldi

LAZIO (3-5-2): Strakosha 6,5; Bastos 6,5, Acerbi 6, Radu 6; Marusic 6, Milinkovic 6,5, Leiva 6,5, Luis Alberto 6 (70′ Parolo 6), Lulic 6; Correa 7 (78′ Cataldi 6,5), Caicedo 6,5 (64′ Immobile 7). A disposizione: Proto, Guerrieri, Luiz Felipe, Patric, Durmisi, Romulo, Jordao, Cataldi, Badelj, Parolo, Immobile, Neto. Allenatore: Simone Inzaghi.

ROMA (4-3-3): Olsen 5,5; Florenzi 5,5, Juan Jesus 5, Fazio 4,5, Kolarov 5; Pellegrini 6, De Rossi 6 (66′ Pastore 6), Cristante 5,5; Zaniolo 6,5 (61′ Perotti 6), Dzeko 5,5, El Shaarawy 6 (82′ Schick s.v.). A disposizione: Mirante, Fuzato, Santon, Marcano, Karsdorp, Coric, Nzonzi, Pastore, Perotti, Kluivert, Schick. Allenatore: Eusebio Di Francesco.

ARBITRO: Paolo Silvio Mazzoleni (sez. Bergamo)

NOTE: Ammoniti Juan Jesus, Lulic, Fazio, Milinkovic, Cataldi, Dzeko, Kolarov, Radu. Espulso Kolarov per doppia ammonizione. Possesso palla: 46%-54%. Tiri totali: 6-8. Tiri in porta: 4-4. Calci d’angolo: 5-7.

Lazio-Roma: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – Roma vicina al pareggio al 2′ con Zaniolo: palla fuori di poco. Al 22′ giallorossi ancora pericolosi: Florenzi conclude da fuori trovando la bella risposta di Strakosha. Al 28′ arriva il raddoppio biancoceleste: il subentrato Immobile trasforma un calcio di rigore conquistato da Correa. Al 44′ Cataldi, anche lui subentrato, mette il sigillo alla gara con una pecisa conclusione dal limite. Nei minuti di recupero, poi, Kolarov viene espulso per doppia ammonizione.

45’+5′ Il derby finisce qui! La Lazio batte la Roma col risultato di 3-0.

45’+3′ ESPULSO KOLAROV PER DOPPIA AMMONIZIONE A SEGUITO DI UN’OSTRUZIONE SU IMMOBILE

45’+3′ Ammoniti Kolarov e Radu

45’+2′ Ammonito Dzeko per un fallo su Acerbi

45’+1′ Tiro di Pastore dai 20 metri, pallone a lato

45′ Decretati 5 minuti di recupero

45′ Ammonito Cataldi per essersi tolto la maglia durante l’esultanza

44′ LA TERZA RETE DELLA LAZIO! PREGEVOLE AZIONE BIANCOCELESTE DI PRIMA E APPOGGIO DI MILINKOVIC PER CATALDI CHE SEGNA CON UN PRECISO TIRO DI INTERNO SINISTRO. 3-0

37′ Ultimo cambio anche nella Roma: esce El Shaarawy, entra Schick

35′ Cross di Perotti dalla sinistra e colpo di testa difficoltoso di Dzeko: palla sul fondo

33′ Terzo ed ultimo cambio nella Lazio: esce Correa ed entra Cataldi

32′ Ammonito Milinkovic, falloso su El Shaarawy

28′ IMMOBILE TRASFORMA DAGLI 11 METRI CON UN TIRO POTENTE E ANGOLATO PER IL RADDOPPIO BIANCOCELESTE! 2-0

28′ Il silent-check conferma la massima punizione per la Lazio

27′ Fazio ammonito per proteste

26′ Calcio di rigore per la Lazio. Correa, lanciato da Immobile, supera in velocità Fazio e viene atterrato fallosamente dal difensore giallorosso

25′ Secondo cambio nella Lazio: esce Luis Alberto, entra Parolo

24′ Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, sponda aerea di Dzeko e conclusione di Pastore che viene disturbata da Kolarov e finisce di poco a lato

22′ Gran tiro di Florenzi dalla lunga distanza e parata decisiva di Strakosha

21′ Nella Roma esce De Rossi ed entra Pastore

19′ Prima sostituzione anche nella Lazio: esce Caicedo, entra Immobile

16′ Primo cambio nella Roma: esce Zaniolo, entra Perotti

15′ Grande spunto di Zaniolo sulla destra, ingresso in area e tiro smorzato dall’intervento di Acerbi

14′ Tiro di El Shaarawy dai 20 metri: Strakosha si distende e devìa in angolo

10′ Ammonito Lulic, falloso su Pellegrini

5′ Caicedo, in area giallorossa, cerca di approfittare di un malinteso tra Fazio e Olsen: la difesa giallorossa riesce poi a liberare

4′ Pellegrini, imbeccato da De Rossi, va al tiro dai 18 metri: pallone debole, Strakosha para

2′ Roma pericolosa: dopo un rinvio aereo di Milinkovic, palla a Zaniolo che, in area, controlla e conclude mandando di poco a lato

1′ E’ iniziato il secondo tempo di Lazio-Roma! Nessun cambio di formazione da segnalare


SINTESI PRIMO TEMPO – Lazio in palla e offensiva fin dai primi minuti: al 12′ arriva la rete biancoceleste con Caicedo, ben servito da Correa in area. Al 23′ l’unica vera occasione per la Roma: Dzeko conclude dal limite, Strakosha è bravo a deviare. Seconda metà del primo tempo con la Lazio in controllo e i giallorossi alla ricerca dell’affondo ma mai pericolosi.

45’+1′ Finisce il primo tempo del Derby: Lazio in vantaggio sulla Roma per 1-0 in virtù della rete segnata da Caicedo.

42′ Azione offensiva della Roma sventata dal rinvio di un’attenta difesa biancoceleste

37′ Su calcio d’angolo, Zaniolo tenta la conclusione al volo ma manca l’aggancio col pallone

30′ La Lazio sembra orientata a difendere il risultato lasciando per il momento l’iniziativa ai giallorossi

23′ Roma pericolosa: Dzeko supera Acerbi e conclude dal limite, Strakosha è bravo nella deviazione

18′ La Lazio continua ad attaccare: Luis Alberto va al tiro da fuori area, Olsen para

14′ La partita si ferma per alcuni attimi: i giocatori, in concerto con l’intero stadio, ricordano Davide Astori, scomparso il 4 marzo scorso, con un sentito applauso

12′ LAZIO IN VANTAGGIO! PASSAGGIO FILTRANTE DI CORREA PER CAICEDO CHE SUPERA OLSEN E CONCLUDE A RETE. 1-0

8′ Roma in avanti: cross basso di Cristante e rinvio deciso da parte di Bastos

5′ Ammonito Juan Jesus per un’ostruzione su Correa al limite dell’area giallorossa

4′ La Lazio guadagna il primo calcio d’angolo della gara dopo un’iniziativa di Milinkovic

3′ Biancocelesti ancora in avanti: passaggio filtrante di Luis Alberto per Caicedo che viene anticipato negli ultimi metri dalla chiusura di Florenzi

2′ Lazio al tiro: sponda di Milinkovic di petto per Correa che conclude dal limite, pallone alto

1′ Il Derby è iniziato! Calcio d’avvio della Roma

Squadre in campo all’Olimpico, tra poco il calcio d’inizio del Derby di Roma!

Lazio-Roma: formazioni ufficiali, Correa e Caicedo dal 1′

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos, Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Caicedo.

ROMA (4-3-3): Olsen; Florenzi, Juan Jesus, Fazio, Kolarov; Pellegrini, De Rossi, Cristante; Zaniolo, Dzeko, El Shaarawy.

Lazio-Roma: le probabili formazioni

Ecco di seguito le due probabili formazioni che scenderanno in campo. Immobile ha partecipato alla sgambata di questa mattina, ma l’attaccante non è in perfette condizioni e rischia di saltare il derby. Dal primo minuto ci sarà Correa accanto a Caicedo. A centrocampo Marusic dovrebbe essere preferito a Romulo, mentre Luis Alberto è in vantaggio su Parolo. Nella Roma out Manolas per un problema intestinale, gioca Marcano.

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos, Acerbi, Radu; Marusic, Luis Alberto, Leiva, Milinkovic, Lulic; Correa, Caicedo. A disp.: Proto, Guerrieri, Durmisi, Patric, Luiz Felipe, Romulo, Badelj, Bruno Jordao, Parolo, Cataldi, Immobile, Pedro Neto. All.: Inzaghi

ROMA (4-3-3): Olsen; Florenzi, Marcano, Fazio, Kolarov; Pellegrini, De Rossi, Cristante; Zaniolo, Dzeko, El Shaarawy. A disp.: Mirante, Fuzato, Karsdorp, Santon, Juan Jesus, Pastore, Nzonzi, Coric, Perotti, Kluivert, Schick. All.: Di Francesco

Lazio-Roma: i convocati per il derby

I due tecnici hanno diramato la lista dei convocati. Ecco di seguito l’elenco completo annunciato dagli allenatori:

LAZIOPortieri: Guerrieri, Proto, Strakosha;
Difensori: Acerbi, Bastos, Durmisi, Luiz Felipe, Marusic, Patric, Radu, Romulo;
Centrocampisti: Badelj, Cataldi, Jordao, Leiva, Luis Alberto, Lulic, Milinkovic, Parolo;
Attaccanti: Caicedo, Correa, Immobile, Neto.

ROMA – Portieri: Olsen, Fuzato, Mirante;
Difensori: Karsdorp, Juan Jesus, Kolarov, Marcano, Santon, Fazio, Florenzi, Manolas;
Centrocampisti: Cristante, Pellegrini, De Rossi, Nzonzi, Coric, Zaniolo, Pastore;
Attaccanti: Perotti, Dzeko, Schick, Kluivert, El Shaarawy.

Lazio-Roma: le conferenze degli allenatori

INZAGHIQuanto conta questa partita?«E’ una partita importantissima, sappiamo quanto conta in questa città. Conta per noi e per i nostri tifosi. Siamo in ritardo e domani abbiamo la possibilità d accorciare».

C’è paura dell’avversario?

«Penso che si debba fare un’ottima partita con grandissimo rispetto per la Roma, ma non dobbiamo avere paura e temere nessuno. Dobbiamo giocare una gara importante per vincere la partita»

Formazione…

«Ho ancora qualche dubbio, martedì abbiamo avuto una gara dispendiosa. Abbiamo dei calciatori da valutare, ieri stavano tutti bene. Oggi ci sarà un altro allenamento e poi la sgambata di domani. Vedremo come hanno recuperato i vari Immobile, Parolo, Luis Alberto, Milinkovic, Bastos. 4 rientravano da problemi muscolari più Parolo che ha stretto i denti per il dolore alla caviglia.

Come sta Immobile?

«Mancano i suoi gol perchè ci aveva abituato con una media straordinaria. Aveva avuto uno stiramento a Frosinone. Il problema è quando non hai occasioni, lui le ha sempre, quindi deve stare sereno. Adesso ha quasi smaltito del tutto il suo guaio muscolare. Al più presto tornerà a segnare. Speriamo da domani».

Cosa pensi della Roma?

«Abbiamo grande rispetto, ma non li temiamo. Lo stadio sarà per quasi interamente nostro. I nostri tifosi ci spingeranno. Ci vorranno testa, gambe, e cuore. Soprattutto cuore per vincere il derby di Roma».

Luis Alberto?

«Vale lo stesso discorso di Immobile, ha avuto un problema col Siviglia. Voleva esserci già al ritorno, si è allenato discretamente, ma ancora non benissimo. Martedì ha stretto i denti, ora si sta allenando per mettersi alla pari con gli altri. Lo valuterò oggi e domani».

Chi ha più pressioni?

«Le hanno entrambe le squadre, è una gara da non sbagliare. Sappiamo quanto vale questa partita. Sarà da interpretare e preparare bene. Servirà tantissima attenzione, ma dovremo fare meglio di martedì».

Peserà la partita di martedì per la Lazio?

«Avrei voluto una settimana per preparare la gara, ci siamo conquistati la semifinale di Coppa Italia con grande merito, sapevamo del calendario fitto. Ci prendiamo più la prestazione che il risultato. In questi giorni dovremo essere bravi a recuperare forze».

La classifica preoccupa?

«Abbiamo perso a Genova immeritatamente, poi non abbiamo giocato. Siamo in ritardo ma guardiamo avanti, perchè al netto di infortuni abbiamo dimostrato in 3 anni di stare sempre al passo di grandi squadre».

Pochi gol rispetto all’anno scorso. Come mai?

«Bisogna preoccuparsi quando non si costruisce. Noi costruiamo sempre molto, è un dato di fatto che segniamo meno. Dobbiamo lavorare e essere più cattivi in zona gol. L’anno scorso siamo stati l’attacco migliore d’Europa e non solo per merito degli attaccanti. Andavamo in gol anche con difensori e centrocampisti.

Ultima chiamata?

«Il nostro obiettivo è stare in zona Champions, cercheremo di fare una partita molto intelligente. C’è la possibilità di accorciare su quelle davanti che hanno preso vantaggio».

Un giudizio su Zaniolo…

«Zaniolo sta facendo bene, si sta meritando tantissimi elogi. Sta facendo grandi cose in una pizza esigente».

Marusic…

«Aveva un problema l’altro ieri, mentre ieri si è allenato bene. Poi vedremo chi mi darà più garanzie tra lui e Romulo».

C’è tanto divario tra Lazio e Roma?

«Io penso che siamo una grande squadra e l’abbiamo dimostrato. Quest’anno abbiamo qualche punto in meno, sicuramente senza infortuni non avremo avuto questo distacco e non saremo fuori dall’Europa League. Ora piano piano stiamo recuperando, c’è fiducia. Ora abbiamo bisogno di una grande gara davanti al nostro pubblico. Vogliamo dargli questa soddisfazione».

Da tanto tempo la Lazio non vince il derby in casa…

«Vogliamo tornare a vincere in questa partita. Martedì il pubblico ci ha spinto per tutta la gara e vorrei ringraziarli. Abbiamo giocato bene anche grazie a loro. Sappiamo quanto ci tengono, abbiamo pochi debuttanti nel derby quindi cercheremo in 24 ore di prepararla nei minimi particolari».

Pippo Inzaghi ieri a Formello…

«E’ venuto tutta la settimana per stare con i suoi nipoti, è l’unico zio da parte mia che hanno. E’ stato con loro, poi è venuto a Formello. Domani avremo un tifoso in più allo stadio».

DI FRANCESCO – Come sta la squadra?

«Dal punto di vista psicologico tutti vogliono partecipare alla gara. Hanno fatto tutti un’ottima settimana di lavoro».

Sarà una partita tattica?

«Difficile prevedere un derby. Troveremo una squadra abile nel ribaltare le transizioni, sarà una partita difficile. Affrontiamo una squadra con grande qualità e ottimi singoli come Correa, se dovesse giocare e dovesse essere in giornata riesce a creare tanto per la Lazio».

Modulo…

«Non voglio dare vantaggi, posso dire che ultimamente abbiamo alternato due moduli sia dall’inizio che a gara in corso. Dipenderà molto dalle fasi di gioco, sono sempre le caratteristiche dei giocatori che determinano i moduli».

Il primo derby di Zaniolo

«Non deve essere tranquillo, ma concentrato e cattivo come è stato in questa settimana. Io non ho caricato la gara, ci hanno pensato i suoi compagni. L’ho lasciato tranquillo ma sarà importante per la gara».

Manolas ci sarà?

«E’ disponibile, ieri si è allenato interamente con la squadra perché ha recuperato dal problema alla caviglia».

Grande momento per El Shaarawy…

«Abbiamo tanti giocatori importanti. E’ quello che sta facendo meglio dal punto di vista del mettersi a disposizione dei compagni. Ha alzato la sua qualità e dà più continuità nel corso della gara ma questo non basta, deve migliorare ancora».

Quanto è importante avere giocatori romani nel derby?

«A volte toglie, a volte dà. I giocatori romani hanno tanta esperienza di certe gare e credo potranno dare qualcosa in più ai compagni».

De Rossi giocherà con la Lazio e con il Porto?

«Non so ancora. La mia partita più importante è la prossima, ovvero il derby. Ultimamente ha dato continuità e sta dando risposte in allenamento, magari ne giocherà una oppure entrambe».

Il momento di Dzeko…

«Sono molto felice del suo rendimento, si mette sempre a disposizione dei compagni. La sua condizione ultimamente è cresciuta e lavora tanto per la squadra, poi se segna ovviamente sono più felice».

Quale è il modulo migliore per la Roma in questo momento?

«Se guardo il primo tempo col Bologna il 4-3-3 non è andato troppo bene. Ripeto, dipende dagli interpreti e non dal modulo, anche se col 4-2-3-1 hanno trovato giovamento sia Dzeko che Pellegrini. Fermarmi sul sistema di gioco però è riduttivo, ogni partita guardo ciò che potrebbe succedere pronto nel caso a modificare la squadra a gara in corso».

Inzaghi ha detto che la Lazio senza infortuni sarebbe stata più in alto. Si può dire lo stesso della Roma?

«Non mi piace parlare di dove saremmo potuti essere o crearmi degli alibi. Io non sono uno che ne cerca. La Roma ha 44 punti e sono quelli che si merita. Gli infortuni fanno parte del percorso, siamo dove meritiamo in campionato e ci stiamo giocando gli ottavi di Champions con il Porto».

Quale squadra avrà più pressioni?

«Entrambe. E’ un derby sentitissimo, noi vogliamo restare in zona Champions e la Lazio vuol accorciare su quelle davanti. Perdere sarebbe un grande svantaggio per entrambe».

Come si vince il derby?

«I tifosi sono carichi, la garanzia che posso dare è quella di mettere in campo cuore e impegno. Quell’esultanza di Dzeko finale mi sembra che abbia riavvicinato un po’ la gente alla squadra. Io mi auguro di fare una grande partita, dovremo mettere in campo prima il cuore e poi la testa».

Dualismo Jesus/Marcano…

«Si sono allenati entrambi benissimo, l’unica differenza è che Juan Jesus veniva da un periodo di stop più lungo. Marcano ha risposto bene, il suo rendimento è cresciuto, ma detto questo ho grande fiducia nelle qualità di Juan Jesus. Marcano di testa è più bravo e contro il Frosinone ho scelto lui per questo».

Lazio-Roma: l’arbitro del match

Sabato sera, Paolo Silvio Mazzoleni dirigerà il terzo derby della Capitale della sua carriera. Il fischietto lombardo ha già diretto i biancocelesti in 29 occasioni: il bilancio di quest’ultime sorride ai capitolini che in 16 circostanze hanno ottenuto i tre punti, in 7 hanno pareggiato e in 6 sfide hanno perso. In questa stagione, il fischietto di Bergamo non ha ancora arbitrato i biancocelesti. L’ultimo incrocio è datato 13 maggio 2018: penultima giornata dello scorso campionato, si giocava Crotone-Lazio e la gara terminò sul 2-2. L’arbitro bergamasco era stato designato anche per Lazio-Roma dell’anno scorso (0-0 il risultato finale nella partita del 15 aprile), mentre la prima stracittadina terminò sull’1-1 (era l’8 aprile 2013).

Lazio-Roma streaming: dove vederla in Tv

Sabato 2 marzo a partire dalle 20.30 lo stadio Olimpico sarà teatro del derby della Capitale tra Lazio e Roma. Indubbia l’importanza della stracittadina, ma in questo caso i punti valgono doppio, visto che entrambe le compagini sono impegnate nella rincorsa a Milan ed Inter per per ottenere il quarto posto, valido per la qualificazione in Champions. Tutte e due le squadre dovranno provare a vincere, il pareggio non risolverebbe alcun problema. Sei i punti che, attualmente, separano in classifica la squadra di Inzaghi da quella di Di Francesco, anche sei i biancocelesti hanno una gara in meno. La sfida sarà trasmessa in esclusiva su DAZN, a disposizione degli abbonati su pc, smartphone, smart tv e tablet. Per i nuovi utenti c’è la possibilità di usufruire del primo mese di visione gratis, prima di iniziare a pagare 9,99 euro al mese.