Inzaghi: «Rispetto per la Roma, ma non abbiamo paura di nessuno. Vogliamo vincere per i nostri tifosi»

Inzaghi
© foto S. S. Lazio

Le parole di Simone Inzaghi in sala stampa, nella conferenza di vigilia prima del derby di domani tra Lazio e Roma

Simone Inzaghi alle ore 14:00 si è presentato nella sala stampa di Formello, per rispondere alle domande dei cronisti presenti. Così il tecnico biancoceleste ha presentato il derby tra Lazio e Roma:

Quanto conta questa partita?

«E’ una partita importantissima, sappiamo quanto conta in questa città. Conta per noi e per i nostri tifosi. Siamo in ritardo e domani abbiamo la possibilità d accorciare».

C’è paura dell’avversario?

«Penso che si debba fare un’ottima partita con grandissimo rispetto per la Roma, ma non dobbiamo avere paura e temere nessuno. Dobbiamo giocare una gara importante per vincere la partita»

Formazione…

«Ho ancora qualche dubbio, martedì abbiamo avuto una gara dispendiosa. Abbiamo dei calciatori da valutare, ieri stavano tutti bene. Oggi ci sarà un altro allenamento e poi la sgambata di domani. Vedremo come hanno recuperato i vari Immobile, Parolo, Luis Alberto, Milinkovic, Bastos. 4 rientravano da problemi muscolari più Parolo che ha stretto i denti per il dolore alla caviglia.

Come sta Immobile?

«Mancano i suoi gol perchè ci aveva abituato con una media straordinaria. Aveva avuto uno stiramento a Frosinone. Il problema è quando non hai occasioni, lui le ha sempre, quindi deve stare sereno. Adesso ha quasi smaltito del tutto il suo guaio muscolare. Al più presto tornerà a segnare. Speriamo da domani».

Cosa pensi della Roma?

«Abbiamo grande rispetto, ma non li temiamo. Lo stadio sarà per quasi interamente nostro. I nostri tifosi ci spingeranno. Ci vorranno testa, gambe, e cuore. Soprattutto cuore per vincere il derby di Roma».

Luis Alberto?

«Vale lo stesso discorso di Immobile, ha avuto un problema col Siviglia. Voleva esserci già al ritorno, si è allenato discretamente, ma ancora non benissimo. Martedì ha stretto i denti, ora si sta allenando per mettersi alla pari con gli altri. Lo valuterò oggi e domani».

Chi ha più pressioni?

«Le hanno entrambe le squadre, è una gara da non sbagliare. Sappiamo quanto vale questa partita. Sarà da interpretare e preparare bene. Servirà tantissima attenzione, ma dovremo fare meglio di martedì».

Peserà la partita di martedì per la Lazio?

«Avrei voluto una settimana per preparare la gara, ci siamo conquistati la semifinale di Coppa Italia con grande merito, sapevamo del calendario fitto. Ci prendiamo più la prestazione che il risultato. In questi giorni dovremo essere bravi a recuperare forze».

La classifica preoccupa?

«Abbiamo perso a Genova immeritatamente, poi non abbiamo giocato. Siamo in ritardo ma guardiamo avanti, perchè al netto di infortuni abbiamo dimostrato in 3 anni di stare sempre al passo di grandi squadre».

Pochi gol rispetto all’anno scorso. Come mai?

«Bisogna preoccuparsi quando non si costruisce. Noi costruiamo sempre molto, è un dato di fatto che segniamo meno. Dobbiamo lavorare e essere più cattivi in zona gol. L’anno scorso siamo stati l’attacco migliore d’Europa e non solo per merito degli attaccanti. Andavamo in gol anche con difensori e centrocampisti.

Ultima chiamata?

«Il nostro obiettivo è stare in zona Champions, cercheremo di fare una partita molto intelligente. C’è la possibilità di accorciare su quelle davanti che hanno preso vantaggio».

Un giudizio su Zaniolo…

«Zaniolo sta facendo bene, si sta meritando tantissimi elogi. Sta facendo grandi cose in una pizza esigente».

Marusic…

«Aveva un problema l’altro ieri, mentre ieri si è allenato bene. Poi vedremo chi mi darà più garanzie tra lui e Romulo».

C’è tanto divario tra Lazio e Roma?

«Io penso che siamo una grande squadra e l’abbiamo dimostrato. Quest’anno abbiamo qualche punto in meno, sicuramente senza infortuni non avremo avuto questo distacco e non saremo fuori dall’Europa League. Ora piano piano stiamo recuperando, c’è fiducia. Ora abbiamo bisogno di una grande gara davanti al nostro pubblico. Vogliamo dargli questa soddisfazione».

Da tanto tempo la Lazio non vince il derby in casa…

«Vogliamo tornare a vincere in questa partita. Martedì il pubblico ci ha spinto per tutta la gara e vorrei ringraziarli. Abbiamo giocato bene anche grazie a loro. Sappiamo quanto ci tengono, abbiamo pochi debuttanti nel derby quindi cercheremo in 24 ore di prepararla nei minimi particolari».

Pippo Inzaghi ieri a Formello…

«E’ venuto tutta la settimana per stare con i suoi nipoti, è l’unico zio da parte mia che hanno. E’ stato con loro, poi è venuto a Formello. Domani avremo un tifoso in più allo stadio».