Lazio-Inter 1-3, pagelle e tabellino

Lazio-Inter
© foto LazioNews24

Lazio-Inter, Serie A 2016/2017: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

La Lazio chiude con una sconfitta la sua stagione all’Olimpico. Biancocelesti che passano in vantaggio con il rigore di Keita al 18′, poi il black-out che porta alla rimonta dell’Inter con il gol di Andreolli e il clamoroso autogol di Hoedt. Nella ripresa partita molto nervosa con la Lazio che chiude addirittura in nove uomini: prima viene espulso Keita per doppia ammonizione (la seconda per una simulazione inesistente), poi Lulic sempre per doppio giallo. Lazio che col passare dei minuti crolla fisicamente e mentalmente, da rivedere anche molte decisioni di Di Bello.

Lazio-Inter: pagelle e tabellino

MARCATORI: 18′ rig. Keita, 31′ Andreolli, 37′ aut. Hoedt, 74′ Eder

LAZIO (3-5-2): Vargic; Wallace, de Vrij (dal 59′ Basta), Hoedt; Felipe Anderson (dal 78′ Crecco), Milinkovic, Biglia, Lulic, Luis Alberto (dal 67′ Lombardi); Immobile, Keita. A disp. Adamonis, Borrelli, Bastos, Petro, Cardoselli, Murgia, Patric, Rossi, Tounkara. All. Inzaghi

INTER (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio, Andreolli, Murillo (dal 23′ Santon), Nagatomo; Gagliardini, Medel (dal 85′ Banega), Brozovic; Candreva, Eder (dal 81′ Pinamonti), Perisic. A disp. Carrizo, Berni, Radu, Sainsbury, Vanheusden, Yaho, Joao Mario, Palacio, Biabiany, Gabigol. All. Vecchi.

ARBITRO: Di Bello di Brindisi

NOTE: ammoniti Murillo, Hoedt, Eder, Keita, Lulic, Lombardi; espulsi Keita per comportamento non regolamentare, Lulic per gioco scorretto  

Lazio-Inter: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – Brutto secondo dei biancocelesti che non sono praticamente scesi in campo. Tanto nervosismo che ha portato alle espulsioni di Keita (da rivedere) e di Lulic per doppia ammonizione. L’Inter ha chiuso la pratica con il gol di Eder. La squadra di Inzaghi esce sconfitta dopo una partita giocata tra alti e bassi e con qualche decisione discutibile del direttore di gara.

90′ – Triplice fischio di Di Bello. Lazio-Inter 1-3: si chiude con una sconfitta la stagione della Lazio all’Olimpico. 

90′ – Conclusione di Pinamonti: esterno della rete.

85′ – Sostituzione Inter: esce Medel, entra Banega.

81′ – Sostituzione Inter: esce Eder, entra Pinamonti.

80′ – Ammonito Lombardi per gioco scorretto.

78′ – Sostituzione Lazio: esce Felipe Anderson, entra Crecco.

78′ – Espulso anche Lulic per doppia ammonizione!! Fallo del bosniaco su un avversario. Lazio in nove. Protesta Inzaghi.

74′ – GOL DELL’INTER CON EDER… Lazio-Inter 1-3: dopo un batti e ribatti in area arriva il tap-in vincente di Eder.

71′ – Ammonito Lulic per proteste.

67′ – Sostituzione Lazio: esce Luis Alberto, entra Lombardi.

66′ – ESPULSO KEITA PER DOPPIA AMMONIZIONE! Il senegalese ha preso il secondo cartellino giallo per simulazione, in realtà il contatto con Nagatomo in area c’è stato ed era rigore per la Lazio.

64′ – Punizione dal limite per la Lazio dopo una vistosa spinta di Nagatomo su Milinkovic.

61′ – Si accende una piccola mischia tra Keita e Candreva, poi il senegalese chiede scusa all’ex compagno di squadra. Alla fine viene ammonito da Di Bello, era diffidato, salterà l’ultimo match con il Crotone.

59′ – Sostituzione Lazio: esce de Vrij, entra Basta.

57′ – Occasione Lazio! Keita lancia Immobile che calcia un bolide: la palla impatta sulla traversa!!

55′ – Ora il gioco viene fermato in continuazione da Di Bello: squadre più nervose.

49′ – Inter ancora pericolosa con Eder che calcia davanti a Vargic: salva Biglia!

48′ – Ammonito Eder per comportamento non regolamentare.

46′ – INIZIA IL SECONDO TEMPO. Non ci sono cambi.

SECONDO TEMPO

SINTESI PRIMO TEMPO – Lazio dai due volti nella prima frazione: biancocelesti che partono benissimo e nei primi 25 minuti trovano il gol di Keita realizzato su calcio di rigore. Poi la squadra di Inzaghi si spegne: prima il pareggio di Andreolli e poi l’autogol di Hoedt. Da sottolineare un evidente calo fisico e mentale per la compagine biancoceleste.

46′ – Si chiude il primo tempo. Lazio-Inter 1-2: al rigore di Keita, rispondono i nerazzurri con Andreolli e poi l’autogol di Hoedt.

45′ – Un minuto di recupero.

41′ – Felipe Anderson serve Keita davanti ad Handanovic, il senegalese si divora un gol ma era in fuorigioco.

37′ – GOL DELL’INTER… Lazio-Inter 1-2: errore di comunicazione tra Hoedt e Vargic, il difensore olandese con la punta del piede infila la palla nella propria porta.

36′ – Diagonale difensiva di Felipe Anderson su Nagatomo!

31′ – GOL DELL’INTER CON ANDREOLLI… Lazio-Inter 1-1: angolo dei nerazzurri, doppia deviazione e di testa Andreolli batte un incolpevole Vargic.

27′ – Alcuni tifosi dell’Inter stanno abbandonando l’Olimpico per protesta.

23′ – Sostituzione Inter: esce Murillo per un problema muscolare, entra Santon.

18′ – GOOOOOOOOOOOOOL KEITAAAAAAAAAA... Lazio-Inter 1-0: dal dischetto Keita non sbaglia e batte Handanovic!!!

17′ – Ammonito Murillo per gioco scorretto.

17′ – Rigore per la Lazio!! Felipe Anderson atterrato in area da Murillo!

15′ – Cross insidioso in area di Candreva: respinge con i pugni ancora Vargic.

13′ – Bella uscita in presa sicura di Vargic su Perisic.

9′ – Luis Alberto prova a servire Immobile davanti ad Handanovic, palla troppo lunga per l’attaccante biancoceleste.

6′ – Partita subito vivace: Inter pericolosa con Nagatomo e Candreva.

1′ – INIZIA LAZIO-INTER!

Ultima partita all’Olimpico per la Lazio in questa stagione. I biancocelesti dopo la sconfitta in finale di Coppa Italia vogliono salutare i proprio tifosi con una vittoria. Tre punti che regalerebbero ai ragazzi di Inzaghi anche il quarto posto matematico. L’Inter di Vecchi invece gioca solo per la gloria: i nerazzurri sono fuori dall’Europa e arrivano a Roma senza il bomber Icardi.

Lazio-Inter: formazioni ufficiali: Inzaghi sceglie Luis Alberto, Patric in panchina. Tra i pali esordio per Vargic

LAZIO (3-5-2): Vargic; Wallace, de Vrij, Hoedt; Felipe Anderson, Milinkovic, Biglia, Luis Alberto, Lulic; Keita, Immobile. A disp.: Borrelli, Adamonis, Petro, Basta, Patric, Bastos, Crecco, Murgia, Cardoselli,, Lombardi, Tounkara, Djordjevic. All.: Inzaghi.

INTER (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio, Murillo, Andreolli, Nagatomo; Brozovic, Medel, Gagliardini; Candreva, Eder, Perisic. A. disp.: Carrizo, Berni, Vanheudsen, Yao, Joao Mario, Banega, Sainsbury, Santon, Biabiany, Gabigol, Palacio, Pinamonti. All.: Vecchi.

Lazio-Inter: probabili formazioni e prepartita

LAZIO (3-5-2): Vargic; Wallace, de Vrij, Hoedt; Felipe Anderson, Milinkovic, Biglia, Lulic, Patric; Keita, Immobile. A disp.: Borrelli, Adamonis, Petro, Basta, Bastos, Crecco, Murgia, Cardoselli, Luis Alberto, Lombardi, Tounkara, Djordjevic. All.: Inzaghi.

INTER (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio, Murillo, Andreolli,Nagatomo; Brozovic, Medel, Gagliardini; Candreva, Eder, Perisic. A. disp.: Carrizo, Berni, 40 Vanheudsen, Yao, Joao Mario, Banega, Sainsbury, Santon, Biabiany, Gabigol, Palacio, Pinamonti. All.: Vecchi.

INZAGHI – L’obiettivo di alzare la Coppa Italia al cielo è svanito mercoledì sera, ma per piangersi addosso non c’è tempo: il quarto posto è ancora da blindare. Per farlo, la Lazio dovrà mettersi in tasca i tre punti contro l’Inter di mister Vecchi. I nerazzurri stanno attraversando un periodo scuro, ma la gara non sarà priva di insidie. Simone Inzaghi, nella canonica conferenza stampa, fa il punto sui suoi ragazzi e sui novanta minuti che li attenderanno.

Ci sono tossine di mercoledì sera o si è già ripartiti in tranquillità?
«Era una finale, per noi è stato un percorso esaltante. Abbiamo incontrato la signora delle squadre, ci abbiamo provato, abbiamo fatto una buona gara, ma non siamo stati perfetti. Normale la delusione, ora testa all’Inter».

Con quanto orgoglio vi ripresentate?
«Juve capitolo chiuso. Ieri ho detto che il campionato dei record della Lazio deve continuare: abbiamo davanti 6 punti disponibili. Noi siamo ancora quarti e c’è una grande differenza col quinto posto».

Come stanno i ragazzi?
«Oggi valuteremo bene. Ieri qualcuno è rimasto a riposo. Strakosha e de Vrij sono da rivedere, ma cercheremo di recuperare bene, eccetto Marchetti, Parolo e Lukaku».

Si può puntare su Strakosha come titolare?
«Sì. Ha dimostrato grande personalità. Ha fatto il suo percorso con sicurezza, è molto molto affidabile e lo ha fatto vedere in queste venti partite da titolare».

Il rinnovo?
«Dobbiamo incontrarci con la società, ma anche per programmare la prossima stagione, avremo tre competizioni e vogliamo evitare i problemi del secondo anno che voi tutti conoscete».

Quali sono le basi per il prossimo anno?
«Dovremo sederci e pianificare, trattenere i giocatori più importanti di questa stagione. Una volta rinnovato pianificheremo le strategie».

Il momento dell’Inter è un bene o un male?
«Farà di tutto pe rcambiare il trend. Noi ci prepareremo nel migliore dei modi, domani sarà l’ultima partita all’Olimpico, i ragazzi sono professionali e vogliamo salutare i nostri tifosi nel migliore dei modi e con una grande soddisfazione».

Come definirebbe la stagione dell Lazio in una parola?
«Siamo stati intensi, non abbiamo mai mollato o dato nulla per scontato. Posso usarne tante di parole con una è difficile. Siamo stati bravi perché abbiamo avuto la testa soprattutto con le squadre più piccole».

Germoni e Palombi e gli altri ragazzi che hai avuto in Primavera, possono far comodo alla Lazio?
«Sono ragazzi che conosco bene, so quanto possono darci. Vedremo cosa fare con la società».

Cosa non dovrà esserci il prossimo anno per non cadere il secondo anno? Luis Alberto?
«Confermare i big che conoscono la squadra. Da allenatore spero questo. Per aprire cicli bisogna confermare i giocatori migliori. Spero che accada questo, nonostante le leggi di mercato che tutti conosciamo. Luis Alberto ha dimostrato grande qualità. Ha dimostrato di essere importante perché gli è scattata la molla e si è integrato».

Keita è importante per il futuro?
«Keita, de Vrij, Biglia sono necessari per aprire un ciclo e non solo. Conosco le leggi del mercato, ma farò in modo che loro rimangano perché sono loro che servono per aprire un ciclo».

Sai già cosa dovrà fare la Lazio il prossimo anno?
«Ci incontreremo e miglioreremo dopo un esame approfondito. So quanto abbiamo fatto quest’anno, ma il prossimo tutti si aspetteranno qualcosa in più». 

Sul reparto offensivo…
«A volte ho dovuto rinunciare a qualcuno di loro per la squadra, ma sono tutti giocatori importanti. domani forse li faremo giocare tutti e tre. stanno facendo bene e vogliamo chiudere con una grande prestazione».

Chiederai giocatori pronti o promesse nel caso in cui dovessero partire i big?
«Se partissero giocatori importanti dovranno arrivarne altri di grande livello. Abbiamo visto quanti sia difficile per un giocatore ambientarsi. Il campionato italiano non è facile».

VECCHI – Dopo la debacle di Coppa Italia, Lazio ed Inter si troveranno, domani, di nuovo faccia a faccia. I biancocelesti hanno già messo la squadra di Vecchi nel mirino per scacciare dalla mente la sconfitta di mercoledì. I nerazzurri, invece, vogliono dare un segnale a questo campionato cercando di concluderlo a testa alta. Alla vigilia del match, il tecnico dei milanesi presenta la gara durante la canonica conferenza stampa: «Non siamo già in vacanza perché la squadra non vuole finire in questo modo, questa settimana è andata meglio rispetto a quella scorsa. La Lazio? Faccio i complimenti al mio amico Inzaghi, stanno disputando una grandissima stagione. Ci sono giocatori importanti, ma non solo tra i titolari. Abbiamo studiato alcune soluzioni, anche se non sappiamo che cosa troveremo dal punto di vista della formazione e dell’atteggiamento. Non possiamo finire il campionato in questo momento, anche se la Lazio è superiore dal punto di vista tecnico al Sassuolo. Ho cercato di motivare la squadra a livello di orgoglio, dobbiamo dimostrare di non essere una squadra da 7° posto».

Lazio-Inter: i precedenti del match

Nella storia della Serie A la gara Lazio-Inter è stata giocata 73 volte. La prima nel lontano 27 ottobre 1929 (allo stadio Rondinella finì 1-1), l’ultima invece è datata 1 maggio 2016 (2-0, Klose e Candreva furono i marcatori). I precedenti comunque pendono leggermente dalla parte della compagine capitolina: il totale recita infatti 26 vittorie dei padroni di casa (100 gol realizzati), 28 pareggi e 19 successi ospiti (88 reti siglate). Nel complesso i meneghini hanno comunque ottenuto parecchie gioie, l’ultima risale al 10 maggio 2015 e viene ricordata per la capriola del doppio ex Hernanes. Il pari infine manca dalla stagione 2007/2008 (1-1 con le firme di Crespo e Rocchi).

Lazio-Inter: l’arbitro del match

In occasione della 37a giornata di Serie A, l’AIA ha diramato la lista dei direttori di gara che saranno impegnati sui campi di tutti Italia. Il match Lazio-Inter, in programma domenica alle ore 20.45 allo stadio Olimpico di Roma, sarà affidato alla direzione del sig. Marco Di Bello della sezione di Brindisi. A coadiuvarlo saranno gli Assistenti Peretti e Alassio, il IV Uomo Pegorin e gli Addizionali Calvarese e Chiffi. Il trend con l’arbitro pugliese è positivo: 6 vittorie in 9 gare, 2 pareggi ed una sola sconfitta.

Lazio-Inter Streaming: dove vederla in tv

Lazio-Inter sarà trasmessa dalle ore 20.45 in diretta satellitare sulle frequenze di Sky Sport e in digitale terrestre su quelle di Mediaset Premium, in streaming su app iOS, Android e Windows Mobile per smartphone, pc e tablet Premium Play e Sky Go.