Inzaghi in conferenza: «Farò in modo di trattenere i big. Prima rinnovo, poi pianificheremo il futuro»

inzaghi
© foto www.imagephotoagency.it

Il campionato è alle battute finali e, per la penultima giornata, la Lazio è chiamata a giocarsi i tre punti contro l’Inter di Vecchi

L’obiettivo di alzare la Coppa Italia al cielo è svanito mercoledì sera, ma per piangersi addosso non c’è tempo: il quarto posto è ancora da blindare. Per farlo, la Lazio dovrà mettersi in tasca i tre punti contro l’Inter di mister Vecchi. I nerazzurri stanno attraversando un periodo scuro, ma la gara non sarà priva di insidie. Simone Inzaghi, nella canonica conferenza stampa, fa il punto sui suoi ragazzi e sui novanta minuti che li attenderanno.

Ci sono tossine di mercoledì sera o si è già ripartiti in tranquillità?
«Era una finale, per noi è stato un percorso esaltante. Abbiamo incontrato la signora delle squadre, ci abbiamo provato, abbiamo fatto una buona gara, ma non siamo stati perfetti. Normale la delusione, ora testa all’Inter».

Con quanto orgoglio vi ripresentate?
«Juve capitolo chiuso. Ieri ho detto che il campionato dei record della Lazio deve continuare: abbiamo davanti 6 punti disponibili. Noi siamo ancora quarti e c’è una grande differenza col quinto posto».

Come stanno i ragazzi?
«Oggi valuteremo bene. Ieri qualcuno è rimasto a riposo. Strakosha e de Vrij sono da rivedere, ma cercheremo di recuperare bene, eccetto Marchetti, Parolo e Lukaku».

Si può puntare su Strakosha come titolare?
«Sì. Ha dimostrato grande personalità. Ha fatto il suo percorso con sicurezza, è molto molto affidabile e lo ha fatto vedere in queste venti partite da titolare».

Il rinnovo?
«Dobbiamo incontrarci con la società, ma anche per programmare la prossima stagione, avremo tre competizioni e vogliamo evitare i problemi del secondo anno che voi tutti conoscete».

Quali sono le basi per il prossimo anno?
«Dovremo sederci e pianificare, trattenere i giocatori più importanti di questa stagione. Una volta rinnovato pianificheremo le strategie».

Il momento dell’Inter è un bene o un male?
«Farà di tutto pe rcambiare il trend. Noi ci prepareremo nel migliore dei modi, domani sarà l’ultima partita all’Olimpico, i ragazzi sono professionali e vogliamo salutare i nostri tifosi nel migliore dei modi e con una grande soddisfazione».

Come definirebbe la stagione dell Lazio in una parola?
«Siamo stati intensi, non abbiamo mai mollato o dato nulla per scontato. Posso usarne tante di parole con una è difficile. Siamo stati bravi perché abbiamo avuto la testa soprattutto con le squadre più piccole».

Germoni e Palombi e gli altri ragazzi che hai avuto in Primavera, possono far comodo alla Lazio?
«Sono ragazzi che conosco bene, so quanto possono darci. Vedremo cosa fare con la società».

Cosa non dovrà esserci il prossimo anno per non cadere il secondo anno? Luis Alberto?
«Confermare i big che conoscono la squadra. Da allenatore spero questo. Per aprire cicli bisogna confermare i giocatori migliori. Spero che accada questo, nonostante le leggi di mercato che tutti conosciamo. Luis Alberto ha dimostrato grande qualità. Ha dimostrato di essere importante perché gli è scattata la molla e si è integrato».

Keita è importante per il futuro?
«Keita, de Vrij, Biglia sono necessari per aprire un ciclo e non solo. Conosco le leggi del mercato, ma farò in modo che loro rimangano perché sono loro che servono per aprire un ciclo».

Sai già cosa dovrà fare la Lazio il prossimo anno?
«Ci incontreremo e miglioreremo dopo un esame approfondito. So quanto abbiamo fatto quest’anno, ma il prossimo tutti si aspetteranno qualcosa in più». 

Sul reparto offensivo…
«A volte ho dovuto rinunciare a qualcuno di loro per la squadra, ma sono tutti giocatori importanti. domani forse li faremo giocare tutti e tre. stanno facendo bene e vogliamo chiudere con una grande prestazione».

Chiederai giocatori pronti o promesse nel caso in cui dovessero partire i big?
«Se partissero giocatori importanti dovranno arrivarne altri di grande livello. Abbiamo visto quanti sia difficile per un giocatore ambientarsi. Il campionato italiano non è facile».

 

Articolo precedente
Lazio-InterLazio-Inter, le probabili formazioni
Prossimo articolo
calciomercato lazio gonzaloGonzalo Rodriguez ha scelto: vuole solo la Lazio