Lazio, Cucchi e il rigore al Lecce: «Io credo non ci fosse, ma…»

cucchi
© foto @LazioNews24

Riccardo Cucchi è tornato sul rigore concesso durente Lazio-Lecce e alla conseguente decisione di Manganiello di annullarlo

Un episodio che ha fatto discutere. Il rigore concesso durante Lazio-Lecce sta dividendo le opinioni di tifosi ed addetti ai lavori: annullare o no la ribattuta di Lapadula? Manganiello ha scelto la seconda opzione, ma le immagini, la prassi e il regolamento continuano a non convincere. A Lazio Style Radio, ha detto la sua Riccardo Cucchi: «Sul rigore del Lecce Manganiello ha commesso un pasticcio. Innanzitutto credo che il rigore non ci fosse, poi poteva far ripetere perché erano entrati due giocatori della Lazio, ma il Var ha fatto bene ad annullare il gol a causa dell’invasione anticipata di Lapadula. La decisione ha lasciato dubbi nei tifosi del Lecce, soprattutto per la complessità del regolamento. Sicuramente è stato rispettato, anche se trovo poca chiarezza. Le regole quando diventano così complicate rischiano di essere applicate in maniera poco coerente. Non credo sia fazioso ribadire che la decisione di dare il rigore fosse azzardata, ma in quel caso il Var non può intervenire».

CLASSIFICA – «La Lazio deve rimanere con i piedi ben piantati a terra. Immaginare che i biancocelesti siano la terza forza del campionato è una bella sensazione, a patto che ci possa rimanere fino a maggio. La squadra è in un processo di maturazione tale da dare continuità, settimana dopo settimana».