Fiorentina-Lazio, il doppio ex Chiesa: “L’assenza di de Vrij e la sconfitta nei preliminari hanno condizionato la stagione dei biancocelesti. Anderson? Se arriva un’offerta…”

© foto www.imagephotoagency.it

In occasione di Fiorentina-Lazio, in programma sabato pomeriggio all’Artemio Franchi, ai microfoni di Radio Sei è intervenuto il doppio ex Enrico Chiesa: “Ogni partita è una storia, basta guardare la gara dei laziali con l’Inter. I biancocelesti hanno fatto un’ottima partita, in quell’occasione. La Lazio è una squadra che in trasferta attende e magari sfrutta bene le ripartenze, quando invece in casa sente più la responsabilità e il bisogno di fare la partita. Se l’anno scorso sapevano essere continui, questa stagione è a luce alterne, il che è difficile da spiegare: l’allenatore è lo stesso, e la rosa secondo me è competitiva. Sicuramente l’assenza di de Vrij ha portato qualche scompenso nel settore difensivo. Non penso ci sia solo un aspetto tecnico dietro questa situazione, anzi, sicuramente c’è quello delle motivazioni disattese ad agosto. Abbiamo visto begli ultimi anni che chi esce nei preliminari poi fa più fatica, è capitato anche alla Sampdoria. E’ il contraccolpo psicologico, ma io penso che un giocatore importante debba cercare di reagire, specialmente in una piazza importante. La crisi di Felipe Anderson? Non lo conosco personalmente, è un giocatore che quando è integrato in una squadra che funziona fa la differenza, diversamente no. E’ questione di carattere, deve abituarsi al fatto che in una piazza come quella romana ci siano pressioni. Nelle difficoltà dovrebbe riuscire a esaltarsi e prendere in braccio la squadra. Se arrivasse un’offerta importante, non credo che ci sia scelta. Quei soldi possono essere reinvestiti per cercare di migliorare la squadra nelle lacune che ha, le difficoltà. E’ ovvio pensarci. Klose? Bisogna pensare che la squadra è in difficoltà, questo condiziona tutti. Miro ha fatto tanto, e ora è in difficoltà come gli altri. Non credo sia l’età, i suoi gol li farà ancora, l’anno scorso si è visto”. In chiusura un commento sulla Fiorentina: “Se pensiamo all’inizio della stagione, con il cambiamento dello staff tecnico e molti arrivi e partenze, ha condotto un campionato, finora, fantastico”.