ESCLUSIVA – Della Casa (Toro.it): «Immobile-Belotti? Devono recuperare smalto. Baselli alla Lazio? Possibile, ma…»

immobile
© foto www.imagephotoagency.it

Il parere dell’avversario – A qualche ora dal match tra Lazio e Torino, il pensiero del collega granata di Toro.it

Si avvicina il match dell’Olimpico di lunedì sera. Lazio e Torino si sfideranno per continuare – ottenendo una vittoria – il proprio cammino in campionato. Per comprendere gli umori del popolo granata ed il modo in cui i protagonisti stanno vivendo i giorni precedenti al match, la redazione di Lazionews24 ha contatto in esclusiva quella di Toro.it, in particolare Valentino Della Casa:

1) Qual è la situazione legata alla condizione fisica di Cristian Ansaldi? Chi dovrà sostituirlo contro la Lazio? Ci sono altri dubbi di formazione che Mihajlovic dovrà sciogliere?

«Ansaldi ha chiuso con il 2017. Rientrerà l’anno prossimo. In ballottaggio sono Molinaro e Barreca, con il primo in vantaggio. Altri dubbi sono a centrocampo: se Obi recupererà ci sarà lui, altrimenti spazio ad Acquah. In attacco invece Ijajic Belotti e Falque».

2) Mihajlovic ed Inzaghi: da compagni ada vversari sulle panchine di Lazio e Torino. Quali sono i fattori che accomunano i due tecnici?

«Non ne vedo molti. Uno punta molto sul carattere e il gioco d’attacco, il secondo invece sull’impostazione tattica da dietro. Entrambi puntano su due attaccanti molto importanti, ma Immobile sta facendo meglio ora».

3) Lunedì all’Olimpico si affronteranno anche i fratelli Milinkovic. Sergej è diventato ormai un pernofondamentale dello scacchiere di Inzaghi, mentre Vanja ha iniziato a tovare spazio nelle ultime partite. Qual è il tuo parere sui due giocatori?

«Vanja per ora giocherà solo in Coppa Italia. Il titolare è e resta Sirigu. Sergej è uno dei più forti centrocampisti del campionato, l’altro è un portiere giudicato dal buon potenziale, ma con ancora molti limiti anche caratteriali, tanto che qualche mese fa Mihajlovic puntava più per una sua cessione in prestito che per motivi burocratici non è potuta avvenire. Nonostante sia portiere, è un abilissimo battitore di punizioni, cosa che lo rende unico nel suo genere».

4) In questo avvio di stagione, il Toro è stato un po’ altalenante per quanto riguarda i risultati. A cosa amputeresi l’undicesima posizione in classifica della rosa piemontese ed una partenza non proprio convincente?

«Intanto il fallimento di Niang che ha costretto a cambiare in corsa ol modulo passando dal 4-2-3-1 al 4-3-3. Poi qualche problema forse nelle formazioni e le solite incertezze tattiche difensive: troppi i gol subiti per distrazioni».

5) Immobile e Belotti, i due bomber: chi pensi sia il più decisivo? Perché in Nazionale non sono riusciti a trovare l’intesi che invece avevano quando entrambi giocavano nel Toro?

«Sono due prime punte. Entrambi si sono poi abituati a giocare da soli, Ventura ha provato a ricomporre il duo ma senza successo. Immobile ha più tecnica, Belotti è più fisico. Entrambi devono recuperare smalto».

6) Quanto pensi ci sia di vero nell’accostamento di Baselli alla Lazio in ottica calciomercato?

«E’ possibile. Ma va pagato tanto: il Toro gli ha appena rinnovato il contratto e si aspetta molto da lui. Per cederlo ci vorrà un’offerta davvero importante».