Class Action | L’avv. Mignogna: «Stufi di subire? Sabato aderite al Comitato Consumatori Lazio!»

Sandri curva nord lazio tifosi lazio-inter
© foto www.imagephotoagency.it

Questa mattina l’avvocato Gian Luca Mignogna è intervenuto sugli 88.100 di ElleRadio nella trasmissione Laziali On Air per parlare della class action dei tifosi

L’avvocato Gian Luca Mignogna è intervenuto sugli 88.100 di ElleRadio nella trasmissione Laziali On Air: «E’ importante ringraziare tutte le persone che mi stanno aiutando nel comitato della Class Action, come l’avvocato Pasquale Trane, Gabriele Paparelli, Giorgio Sandri, Alessandro Soddu, Francesco Felci, Carmine De Luca e mons. Contili dell’Università San Paolo, che ci ha messo a disposizione i locali per la convention di sabato. Certe cose si fanno con la collaborazione di tutti, c’è un lavoro di equipe che si sta rivelando ottimo».

APPUNTAMENTO SABATO – «Voglio fare una domanda: i laziali sono stufi di subire torti e ingiustizie? Allora l’occasione giusta è la convention di sabato presso i locali dell’Uni San Paolo, in via Lemmi 10 a Roma, in zona Colli Albani a 100 metri dalla fermata della metropolitana, per aderire a quello che è l’appena costituito Comitato Consumatori Lazio. Se ci uniamo ancor di più possiamo provare a combattere poteri istituzionali, mediatici e sportivi che spesso si mettono di traverso. Attraverso il Comitato si possono esercitare le Class Action, che permettono di affermare legalmente in gruppo diritti individuali e cercare tutela laddove risultano violati dei diritti».

CLASS ACTION – «La convention si svilupperà con una conferenza stampa, quindi un dibattito e poi le formalità per le adesioni con gli addetti al desk, più delle sorprese che non posso anticipare: di sicuro si avrà a disposizione uno strumento per non diventare parte passiva ma attiva nel sistema calcio: saremo la prima squadra che avrà un Comitato Consumatori per difendere i propri diritti. Per farlo abbiamo in mente diverse idee e soluzioni alternative. Essendo un Comitato un organo che deve agire tramite un Consiglio Direttivo, ci riuniremo e ci confronteremo anche per formalizzare le adesioni per chi non potrà intervenire sabato».

SCUDETTO 1915 – «La rivendicazione per lo Scudetto 1915 è più che mai viva, sicuramente non ci aspettavamo si arrivasse a un doppio commissariamento da parte della Lega di Serie A e della FIGC. Al momento è impossibile avere un confronto visti anche gli impegni olimpici, siamo però determinati a chiedere un confronto con Malagò e Fabbricini per capire qual è l’approccio degli attuali vertici Federali a questa questione. La garanzia è che appena tornati saremo lì a bussare alla loro porta. Ci sono i documenti, i fatti nuovi, il parere dei saggi e tutto porta all’assegnazione ex aequo del titolo del 1915 a Lazio e Genoa. Il precedente di Calciopoli ci fa capire, con lo Scudetto assegnato all’Inter, che anche sotto un commissariamento si possa prendere una decisione di questo tipo».

Articolo precedente
campagna abbonamenti volantino curva nord lazio ScidaLazio-Steaua, oggi parte la vendita dei biglietti: tutti i dettagli
Prossimo articolo
Roma, Strootman: «Obiettivi? Dobbiamo arrivare in Champions, va bene anche…»