Cana omaggia Klose: «Sono arrivato alla Lazio insieme a lui, è un esempio di professionalità»

© foto www.imagephotoagency.it

Lorik Cana è intervenuto ai microfoni di Radio Incontro Olympia: «Sono arrivato alla Lazio insieme a Miro (Klose, ndr), abbiamo avuto la fortuna di averlo nella nostra squadra. E’un privilegio per la Lazio averlo avuto in squadra e per me averci giocato insieme, la sua fama è internazionale. Un esempio di professionalità, ha sempre segnato molto e il suo profilo è indiscutibile. Per una società è un bene averlo non solo in campo, la sua professionalità e la sua mentalità influenza positivamente anche i compagni. Ho avuto la fortuna di conoscerlo anche umanamente, è straordinario. Klose è un campione, puna sempre a vincere. Conoscendolo posso dire che lui vuole sempre segnare e far bene, non si è mai risparmiato. Lui voleva sempre vincere, anche nella partitella del giovedì. Se ha saltato qualche partita è solo perchè ad una certa età non puoi avere la continuità di prima, ma non perchè abbia mai fatto calcoli pensando alla nazionale. In campo il suo gioco è molto dipendioso, non gioca mai da fermo. E’pazzesco arrivare alla sua età in quella condizione. E’molto meticoloso nella sua vita di tutti giorni, ogni cosa pensando al miglior atteggiamento per mantenere la condizione fisica. E’stato sempre un punto di riferimento per i giovani, ci parlava molto, li consigliava, anche su dettagli come l’alimentazione. Domenica saluterà la Lazio, e meriterebbe una grande cornice. Sarebbe giusto salutarlo come merita, adesso c’è una situazione particolare a Roma, ma dispiace a tutti che non possa ricevere il giusto tributo dopo cinque anni alla Lazio. Ma nessuno ha un giudizio diverso su Klose, anche chi non andrà. Mi piacerebbe giocare un altro anno con Klose. Chissà, magari il prossimo anno potremmo trovarci in un altro club insieme».