Var, Platini attacca la tecnologia: «Uccide il calcio e gli arbitri»

© foto www.imagephotoagency.it

Michel Platini – ex presidente della UEFA – ha detto la sua sulla Var in una lunga intervista a L’Equipe

Continua a creare polemiche la tecnologia in campo. La Var unisce e divide tifosi ed addetti ai lavori. Anche Michel Platini – ex presidente della UEFA – ha detto la sua in una lunga intervista a L’Equipe, attaccando lo strumento: «Secondo le statistiche della Fifa la percentuale di decisione corrette è salita dal 95 al 99,3%? Conosco la Fifa, è il loro lavoro trovare statistiche che vanno nella loro direzione. Al limite, il video può davvero aiutare a giudicare una palla che attraversa o meno la linea di porta, o per il fuorigioco, perché queste decisioni si basano su fatti precisi: dentro o fuori. Non c’è spazio per l’interpretazione, ma anche lì è pericoloso. Chissà, magari un domani i capitani e i portieri avranno le cuffie e gli allenatori saranno in grado di parlare con loro e guidarli nel bel mezzo della gara: ‘Gioca sulla sinistra. Giusto’. In questo modo, sicuramente uccideremo il calcio come è già successo per ciclismo e F1, o abbiamo già ucciso gli arbitri. Perché tutti i dirigenti del mondo arbitrale sono a favore del Var? Perché si proteggono le spalle e perché stanno sempre dalla parte di chi li foraggia».

Articolo precedente
inzaghi lulicLazio, la ‘cura Inzaghi’ parte dai senatori
Prossimo articolo
Lazio, Adamonis a un passo dalla Casertana: i dettagli