Turchia – Attentati fuori dallo stadio del Besiktas: sale a 38 il bilancio dei morti

© foto www.imagephotoagency.it

AGGIORNAMENTO 11/12 ore 11:00 – Cresce vertiginosamente il numero delle vittime dell’attentato di ieri: sarebbero 38 le persone decedute nella duplice deflagrazione avvenuta nei pressi dello stadio BJK ?nönü, impianto che ospita le partite casalinghe del Besiktas. Il numero dei feriti, invece, è salito a 155 persone. La maggior parte delle vittime, come anticipato nella serata di ieri, sarebbero poliziotti. La prima esplosione, causata da un’autobomba è avvenuta proprio mentre passava una camionetta trasportante gli uomini delle forze dell’ordine. Il ministro dello sport Akif Cagatay Kilic, come riporta l’ANSA, ha parlato di “crudele attentato terroristico, che vuole minacciare l’unità della nazione”. Intanto le autorità turche hanno dichiarato per oggi una giornata di lutto nazionale. 

 

 

AGGIORNAMENTO 22:33 – Come riporta l’ANSA è di almeno 13 morti il bilancio provvisorio delle due esplosioni avvenute fuori dallo stadio del Besiktas, ad Istanbul. Nel mirino di quella che sembra essere stata un’autobomba, un mezzo della polizia. Molte delle vittime sarebbero agenti antisommossa. Subito dopo l’attentato a Istanbul, il consiglio supremo turco di controllo dei media ha disposto il divieto di diffusione di notizie sulla vicenda, come avviene regolarmente dopo ogni attacco terroristico.

 

Sarebbe di almeno 20 feriti il bilancio provvisorio di due tremende esplosioni avvenute in serata ad Istanbul, vicino allo stadio del Besiktas, dove la squadra di casa aveva da poco finito di affrontare il Bursaspor. A rivelarlo sono fonti del ministero dell’interno turco citate da SkyNews. Secondo le prime indiscrezioni a causare le deflagrazioni potrebbe essere stata un’autobomba parcheggiata nei pressi dell’impianto che ospita le partite casalinghe della formazione turca.

 

 

Pubblicato il 10/12 alle 21:40