Tacconi dice la sua su Lazio – Juve: “Si deve avere rispetto per questa Lazio, ma i bianconeri devono vincere”

© foto www.imagephotoagency.it

E intervenuto ai microfoni della trasmissione “I Laziali Sono Qua”, in onda dalle 10 alle 13 dal lunedì al sabato sugli 88.100 FM di Elleradio, l’ex portiere bianconero Stefano Tacconi per dire la sua sulla sfida tra Lazio e Juventus.

 

Sulla Juventus e sul match di stasera

 

“Dalla Juve ti aspetti sempre molto. Dopo quell’avvio sembrava impossibile recuperare così tanti punti alla concorrenza. Si tratta quasi di un miracolo. Un impegno come la Supercoppa in estate ha pesato molto nella preparazione e nell’inizio di stagione stentato dei bianconeri. Credo che si debba avere rispetto di questa Lazio, ma si può vincere. Da giocatore non ho mai temuto nessuno. La Juventus è sempre obbligata a primeggiare per storia e blasone. Noi non avevamo mai paura di nessuno, questione di mentalità e atteggiamento”.

 

Su Stefano Pioli, suo compagno di squadra alla Juventus

 

“Ha fatto sempre bene nella sua carriera, a parte la parentesi Palermo, dove però non esiste un allenatore in grado di durare a lungo con Zamparini. E’ una persona molto seria. Nella Lazio sta facendo buone cose e mi sembra che abbia la squadra in pugno”.

 

Sul fatto che la Coppa Italia possa diventare il trampolino per l’Europa

 

“Il problema è che l’anno scorso la Lazio affrontava la Juventus in finale, già certa di essere in Europa. Quest’anno invece ci sono squadre che non sono così sicure di entrare in Europa, come il Milan, è tutto più difficile”.

 

Su Napoli-Inter di ieri sera

 

“Il Napoli è una squadra molto forte. Non voglio pensare che abbia lasciato perdere la Coppa Italia per puntare a Scudetto e Europa League, ma si è visto un turnover un po’ esagerato…”.

 

Sulla querelle Mancini-Sarri

 

“Hanno sbagliato entrambi. Capisco Sarri che è un tipo sanguigno, toscano verace, ma ha comunque sbagliato. Mancini da uomo di campo non doveva pubblicizzare l’accaduto, perchè le cose che succedono in campo devono rimanere lì. Credo che Mancini paghi il momento opaco dell’Inter. In un clima più sereno per la sua squadra probabilmente non sarebbe uscito niente di questa storia”.

 

Sulle possibilità future della Lazio

 

“Credo che il calcio sia molto strano. La Lazio ha avuto momenti difficili, ma sembra essersi ripresa. Il gruppo segue l’allenatore e sembra di nuovo unito. E’ normale che in campo bisogna sempre dare il 100%. Se stasera dovesse passare la Lazio mi auguro che almeno riesca a battere anche l’Inter” (ride ndr).

 

Sul calcio moderno

 

“Mi è rimasta impressa una frase di Andrea Pirlo, che sintetizza bene dove stia andando attualmente il calcio: noi giocavamo a calcio, oggi si fanno le foto…”.