Fiorentina, Sousa: «Lazio squadra da alta classifica, ma noi proviamo sempre a vincere»

© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico della Fiorentina Paulo Sousa è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match contro la Lazio di domani sera all’Olimpico. Reduce dalla sconfitta con il Genoa nel recupero della 3a giornata, il portoghese ha provato a rincuoare i suoi:  «Noi proviamo ad essere sempre competitivi. La mia aspettativa è quella di migliorare progressivamente e di ottenere più punti possibili. In alcune partite avremmo potuto ottenere più punti, quest’ultimi ci avrebbero consentito una classifica diversa»

 

Non semplice il rapporto fra il tecnico, il club e la tifoseria:  «Ho bisogno di essere me stesso, di essere chiaro e onesto lavorando come so fare per aiutare i miei ragazzi a crescere e per far vincere la nostra squadra. Dobbiamo rendere vittoriosa la Fiorentina onorando i tifosi e la società.» Sulle condizioni dei suoi uomini, poi aggiunge:  «Borja Valero è indietro di condizione, vediamo se riuscirà a recuperare. Se starà al meglio potrà aiutarci. Ognuno di noi può crescere e spero di far maturare i miei calciatori per commettere meno errori nell’arco delle sfide e per essere più incisivi in tutte le partite».

 

Rispetto ai biancocelesti il parere di Sousa è chiaro:  «La Lazio non è una sorpresa, è una candidata per l’alta classifica. Lo scorso anno hanno giocato in Champions League e, a livello motivazionale, il mancato accesso ai gironi ha condizionato l’inizio della loro stagione. La piazza e la squadra, però, sono da vertice. Sarà una sfida stimolante contro un club che ha qualità, che cerca sempre di essere nei primi posti della classifica. Propongono un buon calcio e a livello motivazionale stanno molto bene» .

 

Vista la forza della Lazio l’allenatore lusitano proverà a mettere in campo il miglior undici possibile:  «Domani cercherò di fare la formazione migliore considerando il nostro momento e l’avversario. Noi proviamo sempre a vincere, lavoriamo per questo. Quando questo non accade noi proviamo delusione perché vogliamo onorare la maglia e i nostri tifosi».

 

Infine sulla gara persa giovedì:  «Abbiamo sbagliato e abbiamo permesso al Genoa di credere nella vittoria. Loro hanno segnato a seguito di un nostro errore tecnico. Abbiamo avuto anche diverse occasioni per pareggiare. La nostra difesa ad inizio stagione subiva pochissimi gol, stiamo sbagliando più frequentemente in questo momento. La mia squadra, però, sta crescendo grazie alla consapevolezza e all’attitudine dei ragazzi; loro stanno dando tutto per migliorarsi».