PRIMAVERA – Javorcic affonda la Fiorentina e porta la Lazio al secondo posto

© foto www.imagephotoagency.it

Tre punti importanti per la Lazio, che supera la Fiorentina nello scontro diretto e si piazza al secondo posto in coabitazione con il Milan.
Dopo una partita non bellissima, arriva il gol di Javorcic, bravo a ribadire in rete una traversa di Rossi.
La posta in palio era alta e lo si è visto nel finale concitato, arricchito dall’espulsione diretta proprio di Rossi.
Per l’occasione cambia ancora modulo Bonatti: contro la Fiorentina spazio al 4-2-3-1. Tra i pali torna Adamonis; in difesa ci sono Spizzichino, Dovidio, Miceli e Ceka; a fare da schermo davanti alla difesa Folorunsho e Portanova; Bezziccheri, Rezzi e Javorcic sulla trequarti supportano Rossi.
La Fiorentina risponde con un 4-3-3 che vede come terzino sinistro il classe ‘96 Kevin Diks, acquistato in estate per far parte della rosa della prima squadra. Al “Fersini” prima di partire per Palermo, non si sono voluti perdere la loro vecchia squadra Cataldi, Murgia e Lombardi.

PRIMO TEMPO – Dopo un avvio equilibrato, la prima occasione degna di nota capita sui piedi di Hagi. Adamonis non si fa cogliere impreparato e respinge il tiro.
Al 34’ la Fiorentina va vicina al gol con Trovato che tutto solo sul secondo palo colpisce indisturbato; provvidenziale l’intervento di Miceli che devia in angolo.
Sulla sirena del primo tempo arriva la prima azione pericolosa della Lazio, ovviamente a firma Alessandro Rossi: il capitano calcia dal limite, ma Satalino blocca in due tempi.

SECONDO TEMPO – La ripresa al contrario del primo tempo è molto vibrante: Diks scalda subito le mani ad Adamonis che para in due tempi. Un minuto più tardi la Lazio trova il gol con Portanova, ben servito da Folorunsho, ma il direttore di gara ravvisa un fuorigioco e annulla.
Non passa neanche un giro di lancette più tardi Diakhate prova a sorprendere Adamonis da centrocampo. Il pallone sfiora la traversa e termina alta. Brivido per la Lazio.
Bonatti vede che non si riesce a sfondare e cambia: dentro Al Hassan, fuori Rezzi.
Alza il baricentro la Lazio e dopo diverse azioni insistite, passa in vantaggio al minuto 77: Rossi si gira e colpisce la traversa, sulla ribattuta si avventa Javorcic che di testa deposita in rete. Satalino riesce ad intervenire, ma la palla ha varcato la linea. Biancocelesti in vantaggio.
Dopo due minuti Ramon Muzzi sostituisce l’autore del gol Javorcic, ammonito nella circostanza precedente per essersi tolto la maglia.
Attimi concitati nel finale con Diks e Adamonis che vengono a contatto, l’arbitro per non fare torto a nessuno estrae il giallo per entrambi. Riassaggia il terreno di gioco Madiu Bari, che dopo l’infortunio torna in campo al posto di Bezziccheri per proteggere il risultato.
Brivido al 91’ per la Lazio che rischia di subire il pareggio, ma viene graziata da Sottil che manda fuori. Un minuto più tardi viene espulso capitan Rossi per una dura entrata su Maistro.
I biancocelesti possono finalmente esultare, dopo il pareggio in extremis con il Cesena, si torna alla vittoria seppur con qualche difficoltà.