Patric: “Questa sera ci è mancato solo il gol. Sono felice di giocare nella Lazio. Messi? mi ha trattato bene”

© foto www.imagephotoagency.it

Dopo un buon secondo tempo, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, il terzino spagnolo, Patric: “Sapevamo che era una partita molto importante, abbiamo lottato fino alla fine ed è un peccato non portare a casa i 3 punti, ma dobbiamo continuare a lavorare perché abbiamo bisogno di vincere. Oggi la squadra ha lottato fino alla fine ma non abbiamo fatto gol, penso però che abbiamo dato tutto. Fisicamente sono ok, ho lavorato per giocare e il mister mi ha detto che sto facendo bene. Sono arrivato in un calcio diverso ma io mi sono impegnato sempre aspettando il mio momento e penso di aver aiutato la squadra. Se il mister decide che devo giocare di più io sono per aiutare la Lazio. Ci è mancata la fortuna di fare gol, il Genoa ha lavorato molto bene ma penso che noi dovevamo portare a casa i tre punti. Meglio in fase difensiva o offensiva? Io sono un terzino a cui piace spingere, penso che devo migliorare in fase difensiva. Devo conoscere il calcio italiano tatticamente, ma con il tempo migliorerò, oggi ho fatto quello che potevo. Sono felice di stare qui e di lavorare tutti i giorni per la Lazio.” Poi sulla poca incisività sotto porta: “I nostri attaccanti lavorano molto e penso che se continuano così le prossime partite andranno meglio. Dobbiamo vincere perché ne abbiamo bisogno e stiamo lavorando bene.

Il terzino spagnolo è intervenuto anche in zona mista: “Non siamo pienamente soddisfatti del risultato di stasera. Penso che oggi abbiamo giocato bene contro una squadra che ha fatto bene, era uno stadio difficile, ma avevamo bisogno dei tre punti, il pareggio non ci soddisfa. Gli attaccanti stanno lavorando tanto, ma a volte è difficile trovare sempre il gol. Stiamo lavorando e confidiamo nelle prossime partite. Adesso dobbiamo vincerle tutte perché ne abbiamo bisogno, la classifica non ci soddisfa e l’Europa è più lontana. La Lazio è una squadra forte, è un grande club. Dobbiamo puntare in alto e vincere tutte le partite possibili. La mia prestazione? Io sono arrivato l’anno scorso e sono voluto venire alla Lazio perché mi è sempre piaciuto come club. Mi sono trovato in un calcio diverso, e non è stato facile ambientarsi. Ma piano piano sto lavorando per cercare di capire i ritmi e lavoro ogni giorno per migliorare sempre di più. La Lazio è grande club, ma dobbiamo crescere e per arrivare in alto ci mancano tante cose, ma stiamo lavorando per fare sempre meglio e ci riusciremo”.

Patric ha parlato anche ai microfoni di Sky Sport: “E’ stata una partita difficile per noi, la squadra ha lavorato bene, è un peccato non aver conquistato la vittoria. L’Europa League? Vogliamo raggiungerla, vediamo di vincere le prossime partite. La mia difficoltà in un campionato diverso? Appena arrivato mi hanno detto di capire certi movimenti, il direttore e Pioli mi hanno consigliato di migliorare la fase difensiva. Sono giovane, io voglio giocare alla Lazio e aiutare la squadra. Devo solo lavorare, aspetto il mio momento. In Italia mi trovo bene, sono venuto con la mia famiglia, ho imparato l’italiano. Qui mi aiutano i compagni, la gente e sono felice. Ho solo bisogno di giocare. Se non gioco vuol dire che devo cambiare qualcosa, sto migliorando e aspetto il mio momento. Se ho il numero di telefono di Messi? No, ma sono stato con lui, è un bravo ragazzo. Mi ha trattato bene ma non abbiamo più rapporti”.