Ufficiale, Lotito sceglie Nicolò D’Angelo come capo della sicurezza: il comunicato

© foto @YouTube

Nicolò D’Angelo, 65 anni, è il nuovo capo della sicurezza della Lazio

AGGIORNAMENTO ORE 9.30 – Di seguito il comunicato apparso sul sito ufficiale:“Il Presidente Dr. Claudio Lotito comunica di aver affidato al Prefetto Dr. Nicolò Marcello D’Angelo la Gestione Globale del Governo della S.S. Lazio S.p.A. e delle altre società del Gruppo Lotito. Il Prefetto D’Angelo curerà la sicurezza volta a tutelare i dipendenti e tutti gli assets aziendali. Lo stesso si occuperà di verificare le procedure societarie in conformità alla normativa vigente, compresa la sicurezza informatica. La sua alta professionalità e la grande esperienza maturata in questo ambito va inquadrata in una logica di riorganizzazione all’interno del contesto sia istituzionale che privato attraverso lo studio, lo sviluppo e l’attuazione di nuove politiche aziendali volte a prevenire e fronteggiare eventi dolosi e colposi utilizzando le più moderne tecnologie in commercio. Sarà infine cura della funzione aziendale preposta innalzare i livelli di formazione, informazione, protezione e tutela dell’organizzazione in materia di Security. La S.S. Lazio S.p.A. augura al Dr. D’Angelo nuovi successi e soddisfazioni nel lavoro!”.

Nicolò D’Angelo è il primo acquisto del presidente Lotito per il futuro. Non parliamo però di calciomercato bensì della sicurezza. Come riporta il Corriere dello Sport infatti l’ex vice capo della polizia e direttore della Criminalpol sarà il security manager della Lazio.

CURRICULUM – Personalità molto nota e con alle spalle una lunga carriera, dal 1997 al 2003 ha guidato la Squadra Mobile  e di Roma ed ha condotto operazioni storiche come l’arresto di alucni membri della banda della Magliana e la cattura dei responsabili dei sequestri di Belardinelli e Caponeri. Di recente, ha organizzato l’arresto di Cesare Battisti in Bolivia. Il 28 febbraio ha ultimato i suoi incarichi di vice direttore generale della Pubblica Sicurezza e di direttore centrale della Polizia Criminale.

Il patron biancoceleste lo ha ricevuto a Villa San Sebastiano e poi l’ha invita in tribuona d’onore in occasione di Lazio-Parma. D’Angelo dovrà occuparsi della sicurezza a tutto tondo sia dell’Olimpico, dove si occuperà anche della gestione degli steward, che di Formello; tutelerà inoltre la sicurezza informatica del club.

AREA DIRIGENZIALE – Non sarà però solo questa la novità in casa Lazio, Lotito infatti ha in mente anche altre figure che andranno ad ampliare l’area dirigenziale insieme agli innesti sul campo: verranno infatti inaugurati i campi, gli spogliatoi, le palestre e gli uffici aggiunti di recente a Formello. Subito dopo ci sarà l’apertura del nuovo Lazio Style nei pressi di Piazza di Spagna, e poi si passerà alla scelta di destinazione dei terreni confinanti con il parcheggio del campo Fersini.