Nazionali – Under 21: sorride il Portogallo di Jordão, Murgia sfiora il gol del pareggio

murgia
© foto www.imagephotoagency.it

E’ terminato da qualche minuto il test amichevole tra Italia e Portogallo Under 21. A sfidarsi con le rispettive Nazionali, due biancocelesti: Murgia e Jordão: ecco il resoconto del match e delle loro prestazioni

E’ terminata solamente da qualche minuto l’amichevole di lusso – giocata ad Estoril – tra Italia e Portogallo Under 21. A sfidarsi con le rispettive Nazionali, due biancocelesti. Di chi si tratta? Ovviamente di Alessandro Murgia e Bruno Jordão. Per gli azzurrini la partita si mette subito in salita: dopo circa venti minuti dall’inizio del match, gli avversari sono andati in gol già due volte. Alla mezz’ora l’armata di Di Biagio – reduce dalla parentesi in prima squadra – accorcia le distanze con Parigini. Un’altra disattenzione difensiva – questa volta di Romagna – consente ai padroni di casa di rifilare il tris con Gonçalves. Nel corso della ripresa gli ospiti vanno nuovamente in gol: dagli undici metri, Bonazzoli concretizza in rete il calcio di rigore da lui procurato. Nonostante la buona prestazione e la voglia dei ragazzi di ottenere almeno il pareggio, la gara termina con la loro sconfitta.

MURGIA E JORDÃOAlessadro Murgia, che nel corso di questa stagione ha trovato un discreto spazio all’interno della formazione di Inzaghi, rimane uno dei punti di riferimento per il ct dell’Italia, che lo mette tra gli undici titolari e lo lascia in campo fino al 74′. La performance del romano è buona, tanto che proprio prima di accomodarsi in panchina sfiora il gol del pareggio: provvidenziale l’intervento del portiere avversario che devia in calcio d’angolo. Jordão, entrato all’inizio della ripresa, ha tentato anche lui la conclusione in porta. Il tiro è stato però parato senza problemi da Scuffet.

Articolo precedente
De Rossi Spqr roma lazioDe Rossi: «Derby? Sostanziale differenza tra noi e loro. Vogliamo scucire lo Scudetto alla Juve!»
Prossimo articolo
Petkovic: «26 maggio? La festa durò per mesi, ricordo i tifosi…»