La moviola di Lazio-Cagliari: partita vivace, ma Pairetto impeccabile

immobile lazio
© foto www.imagephotoagency.it

A Pairetto la direzione di Lazio-Cagliari, partita valida per la nona giornata di Serie A

Tutto pronto a Roma per la nona giornata di campionato. La Lazio torna a casa sua: sotto i riflettori dell’Olimpico. Lo scenario che accoglie i giocatori è particolare, la Curva Nord è chiusa per decisione del giudice spoprtivo, ma i tifosi non fanno mancare il proprio calore. Ad incitare i ragazzi di Inzaghi, infatti, c’è il pubblico che è andato a riempire la Curva Sud, meglio noto al mondo biancoceleste come Curva Maestrelli. Ad arbitrare è il sig. Pairetto della sezione di Torino.

PRIMO TEMPO – La partita si fa subito vivace, dopo qualche botta e risposta tra le squadre, il direttore di gara è chiamato ad assegnare un calcio di rigore: al 6′, Crosta atterra Immobile in area con un’uscita scomposta. Decisione giusta – presa senza l’ausilio del VAR – che regala alla Lazio il vantaggio, concretizzato dallo stesso Ciro. Sfida più accesa del solito, al 20′ il Cagliari tenta di riagguantare il risultato con Sau che sfrutta un errore della retroguardia e buca la rete di Strakosha. Pairetto assegna l’1-1, ma le proteste dei biancocelesti per fuorigioco lo spingono ad utilizzare la tecnologia: il gol viene annullato e il risultato ripristinato. Al 26′ arriva anche il primo giallo del match, diretto ad Andreolli che tenta di rubare palla al numero 17 entrando da dietro in modo irruento, rasoiando il giocatore. Una manciata di secondi dopo, cartellino anche per Leiva che – nel tentativo di bloccare la ripartenza avversaria falcia Pisacane. Corretti entrambi i verdetti.

SECONDO TEMPO – Ripresa intensa, la Lazio sigla il terzo gol con Bastos e qualche minuto dopo, al 51′, l’arbitro è chiamato ad estrarre nuovamente il giallo. Stavolta ad essere ammonito è Dessena che abbatte Luis Alberto, scelta inevitabile quella del cartellino. Lo stesso capitano chiede scusa. Non si arrende il Cagliari che tenta di riaprire la partita al 67′ con Pavoletti che sfrutta un rimpallo sulla traversa, tentativo inutile: c’è fuorigioco, ancora 3-0. Pioggia di ammonizioni per gli ospiti: prima per Farias che entra da dietro sul difensore angolano, senza trovare la sfera e poi in direzione del numero 30 che vuole buttarla dentro con la mano.