Mondiale 2018, la Serbia viene sconfitta dalla Svizzera: Milinkovic-Savic si fa vedere a tratti

milinkovic
© foto www.imagephotoagency.it

Serbia-Svizzera 1-2, match dei Mondiali di Russia che vede nuovamente titolare il laziale Milinkovic-Savic

La Serbia di Mladen Krstajić ha affrontato la Svizzera dell’ex tecnico biancoceleste Vladimir Petkovic. Il centrocampista laziale Sergej Milinkovic-Savic è partito titolare nel 4-2-3-1 scelto dal tecnico, ad affiancare il gigante serbo sulla trequarti c’erano Tadic e Kostic, con Mitrovic come punta di riferimento. Proprio l’attaccante del Fulham al 5′ fa comparire il proprio nome sul tabellino dei marcatori con un gran colpo di testa. Al 52′ è Granit Xhaka ad agguantare il pareggio con un bel sinistro da fuori area, prendendo in controtempo l’estremo difensore serbo. Al 90’+1′ Shaqiri regala alla Svizzera una vittoria fondamentale.

MILINKOVIC-SAVIC – Il Sergente si vede poco nella prima frazione, a parte qualche giocata di classe degna del proprio repertorio. Al 45′ effettua una bella sponda di testa per Tadic, che però non si coordina nel migliore dei modi per la conclusione. Nella ripresa Milinkovic-Savic si sposta andando quasi ad affiancare Mitrovic, e si rende partecipe della maggior parte delle azioni offensive della Serbia.

 

 

Articolo precedente
luanDurante (Ag. FIFA): «Luan è il giocatore più forte del Sudamerica. Felipe Anderson via? A certe cifre…»
Prossimo articolo
acerbiAcerbi, ecco l’offerta della Lazio. E nella trattativa c’è anche Cataldi…