Milan, Gattuso: «Lasciare la panchina è una scelta sofferta, ma…»

gattuso
© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan e Gattuso si salutano consensualmente. Torna forte la candidatura di Inzaghi per la panchina rossonera

Rino Gattuso saluta il Milan. Le notizie di un addio erano già nell’aria, adesso la scelta sembra inevitabile. Un separazione consensuale, ma non per questo indolore. A spiegare le sensazioni del momento è lo stesso tecnico che – a La Repubblica – ha dichiarato: «Decidere di lasciare la panchina del Milan non è semplice. Ma è una decisione che dovevo prendere. Non c’è stato un momento preciso in cui l’ho maturata: è stata la somma di questi diciotto mesi da allenatore di una squadra che per me non sarà mai come le altre. Mesi che ho vissuto con grande passione, mesi indimenticabili. La mia è una scelta sofferta, ma ponderata. Rinuncio a due anni di contratto? Sì, perché la mia storia col Milan non potrà mai essere una questione di soldi».

FUTURO – Tra i possibili eredi alla panchina, è stato più volte nominato Simone Inzaghi. Il tecnico piacentino sta ancora valutando l’offerta di rinnovo da parte della società biancoceleste e prende tempo. Il Milan però, prima di sceglilere un nuovo allenatore, dovrà trovare il ds che prenderà il posto di Leonardo.