Melandri, Avv. Mauri: “Stefano non ha nulla da temere, confidiamo nell’assoluzione”

© foto www.imagephotoagency.it

Giovedì a Cremona si daràil via all’inchiesta Last Bet che vede Stefano Mauri imputato per associazione a delinquere finalizzata alla frode. Questa mattina l’avvocato del brianzolo è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Radio Sei per spiegare cosa accadrà nell’udienza preliminare: “Io e Amilcare Buceti (anch’esso legale di Stefano Mauri, ndr) andremo a Cremona, la prima udienza preliminare è come il primo giorno di scuola: si fa l’appello e si vede se le notifiche sono regolari o meno. Dopodiché il gip dovrà far capire come intende procedere. Con tutti questi imputati e avvocati non sarà un processo semplice. Il Tribunale di Cremona sta cercando di fare passi avanti in materia di processo telematico. Verrà chiesto a tutti gli avvocati di inserirsi in un sistema informatico, tutto questo nel penale è nuovo, giovedì la prima difficoltà del gip sarà proprio quella di trovarsi davanti ad avvocati che non avendo dimestichezza con questo processo si opporranno. Anche per noi è la prima volta, non ci siamo mai trovati di fronte a un processo così innovativo. Ma non ci opporremo, Mauri non ha nulla da temere in questo processo. Noi speriamo e vogliamo che ci sia una sentenza il prima possibile perché confidiamo nel fatto che verrà assolto. Rifugiarsi nella prescrizione non è certamente una cosa che auspichiamo. Detto questo, mi rendo conto che non c’è solo Mauri ma ci sono tanti altri imputati, qualcuno con posizioni più complicate. E non vedo per quale motivo, tra virgolette, si debba dare una mano alla giustizia per velocizzare un processo che si basa su fatti risalenti al 2011″.