Lazio, Marroni (Tg2): «Considerando la classifica Lotito non farà acquisti!»

© foto As Roma 07/12/2019 - campionato di calcio serie A / Lazio-Juventus / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: esultanza gol Luis Felipe

Stefano Marroni del Tg2 è intervenuto per parlare del momento che sta attraversando la Lazio

Stefano Marroni, giornalista del Tg2, è intervenuto ai microfoni di Radiosei per parlare della vittoria della Lazio sul Cagliari. Ecco ciò che ha detto.

PARLA MARRONI – «Ieri è accaduta una cosa da veri laziali. Sono passato da una depressione leopardiana ad una gioia incredibile. E’ stata una grande vittoria raggiunta non giocando bene. Mi sono piaciuti molto gli ultimi 20′ complessivi in cui la Lazio ha dimostrato di volerla vincere davvero. Ci sono stati dei segnali di mentalità positivi ed anche negativi. In questo momento non ci sta di farsi abbindolare dal Cagliari per un tempo intero, ma alla fine c’è stata grande voglia di vincere e la bravura di Inzaghi nell’indovinare i cambi».

L’AMBIENTE E LOTITO – «Oggi ho avvertito nell’ambiente un’esaltazione che va un po’ contenuta. E’ legittimo essere felici, ma questa splendida condizione di classifica metterà ancor di più Lotito nelle condizioni di non comprare nessuno. Io mi auguro che ci sia la voglia e la possibilità di cedere quei 4-5 giocatori non all’altezza per poi intervenire dove serve. Ci sono alcuni giocatori che stanno facendo davvero bene come Cataldi e Caicedo. Chiedo scusa per quanto pensato e detto su di lui dopo Crotone, ora sta senza dubbio rendendo. Ha dei numeri, è bravo tatticamente, è giocatore importante. Ieri sera mi sono abbandonato a scene indecenti (ride, ndr), lo ammetto. Ero in uno stato di totale confusione alla fine del match, non riuscivo a capire se fosse finita o no, ma era una concitazione che ci stava tutta. La bella sensazione è che la Lazio fosse davvero squadra, è stata una bella prova di solidità. per noi laziali è stata una novità rispetto all’ultimo anno in cui la tenuta nervosa non è stata sempre impeccabile. Continuo a monitorare i punti di distacco dall’Atalanta che mi sembra la più attrezzata a poter rientrare».