LE PAGELLE di Lazio-Carpi: delusioni Anderson e Parolo, Hoedt sicuro

© foto www.imagephotoagency.it

Berisha 6: Spettatore non pagante per quasi tutta la partita. Si sporca i guantoni in pieno recupero rispondendo alla conclusione di Lasagna.

Konko 6: Parte male sbagliando numerosi appoggi poi si riprende a gara in corso, anche se a volte dà l’impressione che la palla tra i suoi piedi scotti.

Mauricio 6: Prende una brutta botta ad inizio gara dopo uno scontro con Mbakogu, poi stringe i denti e conclude la gara senza errori.

Hoedt 6.5: Buona gara dell’olandese apparso in crescita dal punto di vista della sicurezza individuale. Puntuale nelle chiusure e bravo a dare calma alla retroguardia, si conferma molto pericoloso sulle palle inattive.

Radu 6: Partita discreta del romeno, oggi capitano, sicuramente meglio in fase difensiva piuttosto che nelle occasioni in cui accompagna la manovra offensiva.

Cataldi 5: Non una gara brillantissima da parte del centrocampista romano che sbaglia diversi appoggi e in più di un’occasione cerca leziosismi inutili. Dal 62′ Klose 5: Niente da fare per il tedesco che deve rimandare ancora l’apputnamento col gol

Onazi 6: Si corre il rischio di diventare ripetitivi ma schierarlo in posizione da regista davanti alla difesa è una mossa discutibile, in fase di interdizione, invece, è sempre uno dei migliori. Parolo 5: Brutta gara del centrocampista della Nazionale vistosi pochissimo e apparso leggermente fuori condizione.

Felipe Anderson 4: Dura appena 45 minuti la gara del brasiliano. Impreciso, svogliato e inconcludente, non ripaga la fiducia di Pioli. Dal 46’ Keita: Apporta brio alla manovra laziale, combina qualcosa in più rispetto ad Anderson ma non trova il guizzo vincente.

Matri 5,5: Partita senza acuti da parte del centravanti in prestito dal Milan, non assistito a dovere dai compagni ma anche impreciso nei pochi frangenti in cui poteva rendersi pericoloso. Dall’80’ Djordjevic: sv

Candreva 6: Gara generosa dell’esterno biancoceleste. In alcune occasioni pecca di lucidità ma è uno dei più volenterosi. Va vicino al gol con un gran calcio di punizione ma non è fortunato.

Pioli 5,5: Inspiegabile l’atteggiamento con cui i suoi giocatori scendono in campo, regalando letteralmente una frazione di gara al modesto Carpi. A gara in corso prova a sbilanciarsi inserendo tutta la batteria offensiva. Non è chiaro perché continui ad affidarsi sempre agli stessi interpreti, senza concedere spazio ad alcuni giovani.