Lazio, si accende il mercato: per l’attacco si tratta Paloschi con l’Atalanta. E torna di moda anche Cerci

© foto www.imagephotoagency.it

Il mercato di gennaio, quello di riparazione, storicamente non è mai stata la specialità della casa per la dirigenza biancoceleste. Tante volte la Lazio si è ritrovata con il celebre “cerino in mano”, vedendo sfumare all’ultimo varie trattative portate avanti più o meno in segreto o restando semplicemente con le mani in mano. Questa volta, forse, la situazione potrebbe essere diversa. Il presidente Lotito sta pensando seriamente di assecondare gli ottimi risultati che sta conseguendo la squadra guidata da Simone Inzaghi, mettendo il ds Tare nelle condizioni di potersi muovere nella prossima sessione di mercato e tentare di migliorare l’organico.

CONTATTI PER PALOSCHI – Ecco perché da qualche settimana sono stati avviati i contatti con l’Atalanta, per parlare della situazione di Berisha, a Bergamo in prestito dalla Lazio e tra i più positivi di questo inizio di stagione per la squadra di Gasperini. Le società stanno lavorando per tentare di far entrare nella trattativa per il riscatto (valutazione di circa 3,5 milioni) del portiere albanese da parte dell’Atalanta, il cartellino di Alberto Paloschi, arrivato in estate per 6 milioni dallo Swansea City. C’è una differenza di poco più di 2 milioni, che la Lazio dovrebbe aggiungere come conguaglio in favore dei bergamaschi, per accontentare Simone Inzaghi che lo ha richiesto come alternativa a Immobile (su consiglio del fratello Pippo, da sempre grande estimatore di Paloschi), nel caso in cui si dovesse riuscire a cedere Djordjevic altrove. 

 
CERCI SEMPRE NEI RADAR – L’acquisto di Paloschi permetterebbe poi una variante tattica in più per giocare con due punte. Una soluzione che potrebbe essere approfondita soprattutto quando Keita partirà con il Senegal per la Coppa d’Africa in programma dal 21 gennaio al 12 febbraio. Proprio in quest’ottica, tra l’altro, la Lazio ha sondato di nuovo il terreno per quanto riguarda la situazione di Alessio Cerci, altro giocatore che piacerebbe all’attuale tecnico biancoceleste, e che potrebbe tornare di moda ora che è vicino al rientro dopo i problemi fisici che gli hanno impedito di trasferirsi al Bologna la scorsa estate. Se darà garanzie fisiche sufficienti, a gennaio sarà fatto un nuovo tentativo da parte della Lazio. Ricostruire a Roma la coppia con Immobile che nella stagione 2013/2014 al Torino realizzò complessivamente 35 gol, in fondo, non sarebbe poi così male.

Marco Ercole – Repubblica.it