Roma-Lazio, Bastos chiede scusa alla Curva Nord

giocata del match
© foto www.imagephotoagency.it

Bastos chiede scusa alla fine della partita, sotto alla Curva Nord e col capo abbassato. U  gesto di grande umiltà

I piccoli errori, nel mondo del calcio, hanno il potere di dirigere il corso dei novanta minuti. Basta una distrazione e il risultato cambia. E così, poi, nel finale, ti trovi a dover abbassare la testa e chiedere scusa a chi ti ha dato fiducia e chi ha perso la voce per sostenere i colori che porti addosso. E’ quanto successo ieri sera a Bastos, protagonista – non assoluto, s’intende – della vittoria della Roma. Due ingenuità che sono costate care e che hanno reso tutto più facile per i giallorossi. Il difensore, dopo il triplice fischio, è andato coi compagni sotto la Curva Nord ad applaudire i tifosi e mentre gli altri tornavano negli spogliatoi lui – con umiltà – ha ammesso i propri errori abbassando il capo ed alzando un braccio. Non sarà di certo una partita a far dimenticare ai laziali tutto ciò che di buono l’angolano ha fatto, questo sarà solo l’ennesimo punto di (ri)partenza. Chiedere a Wallace, per esempio…