Parolo: «Questa sconfitta ci aiuterà a crescere. Champions? Era un sogno difficile»

parolo
© foto www.imagephotoagency.it

Brutta sconfitta e terzo posto adesso distante sette punti. Marco Parolo al termine del match contro il Napoli, dà la sua disamina

Non c’era martedì per squalifica, ma questa sera è tornato regolarmente al suo posto. Marco Parolo è intervenuto ai microfoni di Mediaset Premium dopo lo 0-3 contro il Napoli: «Non abbiamo approcciato bene, siamo stati troppo passivi, abbiamo sofferto troppo il loro palleggio e avevamo pochi uomini per ripartire. Il passivo è stato esagerato, però questo fa parte del nostro percorso di crescita, da questi errori dobbiamo prendere spunto per migliorare. La Champions era un sogno quasi impossibile, dovevamo essere perfetti per centrarla. Il Napoli è una squadra forte e ha meritato, ma comunque siamo 4° e dobbiamo crescere da serate come queste. Se siamo stati bravi a capire i nostri errori, l’anno prossimo affronteremo il Napoli e li metteremo in difficoltà per il terzo posto. Loro palleggiano bene in mezzo, forse i nostri difensori dovevano essere più alti e essere aggressivi, avevamo il baricentro troppo basso e loro andavano a nozze contro questo nostro schieramento. Stiamo facendo bene, ci possono stare alti e bassi, dobbiamo prendere di buono la reazione, e capire che dobbiamo essere più offensivi perchè abbiamo le caratteristiche per farlo. Ci servirà per il futuro e la finale di Coppa Italia.».

Il centrocampista della Nazionale Italiana vede il bicchiero mezzo pieno, dalle sconfitte si può anche migliorare. Ecco ciò che ha spiegato nell’intervenuto rilasciato ai microfoni di Lazio Style Channel: «Il Napoli è una squadra che continua a crescere. La Lazio invece è un gruppo che si sta formando e può incassare certe sconfitte. Il risultato è troppo largo, ma onore agli avversari che hanno evidenziato i nostri errori. Dobbiamo cercare di eliminarli per puntare a migliorare. Ricordiamo che siamo ancora al quarto posto e queste sconfitte possono solo far bene. Oggi ci mancavano anche giocatori importanti, per crescere significa che manca ancora qualcosa. Dovremo allenarci e andare a Genova per portare tre punti a casa. Fin dal primo giorno abbiamo sempre messo lo spirito giusto, siamo una squadra viva, in cui ognuno da il massimo quando viene chiamato in causa. Genoa? Non sarà facile vincere a Marassi, ma vogliamo ripartire subito. Ben venga questa sconfitta se sappiamo reagire nel modo giusto. Biglia? Siamo stati troppo passivi nel primo tempo, nella ripresa invece siamo stati più aggressivi. Lucas è importante per noi, ma oggi vanno fatti i complimenti al Napoli».

Parolo ha parlato anche in zona mista: «Il Napoli ha meritato, però segnando il 2-1 potevamo riaprire la partita. Abbiamo avuto una buona reazione. Il 3-0 è un passivo un po’ pesante, ma ci mette i piedi per terra e ci spinge a rivedere gli errori e a migliorare per la prossima partita. Finora ci siamo sentiti dire “Lazio brava, tutto bello”, ma abbiamo anche dei difetti che oggi sono venuti fuori e dobbiamo analizzarli. Abbiamo avuto dei problemi, noi non riuscivamo a ripartire con tanti uomini. Avremmo dovuto cercare di essere più aggressivi e spregiudicati. Siamo stati un po’ passivi, il loro primo gol è stato scaturito un po’ da un rimpallo. Questa sfida può servirci da lezione per il futuro, ci aiuta per crescere. Credo che quest’anno sia l’inizio di un ciclo importante per la Lazio. Questa sconfitta serve per darci voglia di reagire e esaminare gli errori. Oggi abbiamo avuto delle occasioni, avremmo potuto segnare».