Lazio, il parere di Oddi: «Non vedevo l'ora finisse il campionato, sui fischi di ieri dico QUESTO...»
Connettiti con noi

Hanno Detto

Lazio, il parere di Oddi: «Non vedevo l’ora finisse il campionato, sui fischi di ieri dico QUESTO…»

Pubblicato

su

Lazio, il parere di Oddi: «Non vedevo l’ora finisse il campionato, sui fischi di ieri dico QUESTO…» Le parole dell’ex giocatore

L’ex difensore biancoceleste Giancarlo Oddiai microfoni di Radiosei, ha parlato dopo la partita tra Lazio e Sassuolo:

«Ieri sera abbiamo giocato un primo tempo discreto e un secondo tempo disastroso, non vedevo l’ora finisse questo campionato. Tudor ha una media di 2 punti a partita, mi piacerebbe vedere il suo gioco, ma per farlo bisognerebbe avere i giocatori giusti. Un attaccante si dovrà prendere ma sarà difficile trovarne uno giusto in questo senso. Scamacca fino a due mesi fa non mi convinceva, ora mi sta impressionando, lo stesso vale per De Ketelaere. La Lazio dovrebbe seguire il modello Atalanta, come opera sul mercato, come incrementa il valore dei suoi giocatori. Credo la società debba ascoltare l’ambiente, sono curioso di capire come si muoverà la Lazio da qui fino l’inizio della prossima stagione. Tutti hanno la loro responsabilità rispetto all’andamento di questa stagione, la Lazio ora, è una squadra importante, il tifoso ora sa che la squadra deve puntare in alto, il secondo punto doveva essere un punto di partenza. I fischi di ieri sono sbagliati, il primo che deve intervenire è il Presidente, deve restituire l’amore per questa squadra. Il tifoso va allo stadio perché vuole vedere vincere la propria squadra. I giocatori devono entrare con la testa giusta, dovrebbero dare il 100% e questo sembra non accade sempre»

Copyright 2024 © riproduzione riservata Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.