Lazio, Luiz Felipe: «I tifosi? I più belli del mondo! Scudetto? Siamo lì, ci pensiamo…» VD

Luiz Felipe
© foto www.imagephotoagency.it

Al termine di Lazio-Inter, Luiz Felipe – uno dei protagonisti di questa sera – ha analizzato la gara in zona mista

La Lazio vince all’Olimpico contro l’Inter. Una partita accesissima resa ancor più spettacolare dalle reti di Immobile e Milinkovic. Al termine della gara, in zona mista, Luiz Felipe ha commentato la vittoria: «È una vittoria importante, stiamo lottando per la Champions e sono tre punti pesantissimi. È stata una grande partita anche grazie ai tifosi, per noi sono un uomo in più. Una bella serata! Stasera abbiamo fatto un gran primo tempo, loro hanno fatto due tiri in porta, abbiamo preso due ripartenze e con una hanno fatto gol. Nello spogliatoio il mister ha parlato con noi, siamo tornati con più cattiveria e abbiamo vinto».

«Scudetto? Certo che ci pensiamo. Siamo lì, perchè non pensarci? Però dobbiamo fare partita per partita, mancano ancora tante giornate, quando ne mancheranno 5 o 6 ne riparleremo. Il nostro segreto è il gruppo, oggi non c’era Lulic e Jony ha fatto una grande partita. Pensiamo positivo. Il retropassaggio? Volevo buttarla in avanti, poi i compagni mi hanno detto di darla a Strakosha e il passaggio era corto. Fortunatamente mi ha dato una mano (ride, ndr). Devo lavorare di più, imparo dagli altri, ho 22 anni. Solidità difensiva? Parte tutto da Caicedo ed Immobile, che tornano a darci una mano. Siamo la miglior difesa del campionato per questo motivo. I nostri tifosi sono bellissimi, ogni volta da brividi. Sono i più forti al mondo con le coreografie!».

Le parole del giocatore a Lazio Style Radio

«Durante tutta la settimana abbiamo lavorato duramente per fronteggiare una grande squadra. Noi difensori sapevamo che avremmo sfidato attaccanti forti come Lautaro Martinez e Lukaku, ma oggi abbiamo messo dal nostro e abbiamo svolto una grande prestazione. Dopo lo svantaggio siamo stati bravi a ribaltare l’incontro con Immobile e Milinkovic.

Questi tre punti sono molto pesanti, noi eravamo sotto all’Inter ed era necessario vincere. Ora dobbiamo riposare per poi preparare l’incontro con il Genoa. Sapevamo che l’Inter sarebbe stata pericolosa in ripartenza ed, infatti, abbiamo incassato gol in contropiede. Nella ripresa abbiamo messo in campo più cattiveria ed, alla fine, abbiamo vinto.

Abbiamo lavorato molto sui loro attaccanti, ma noi abbiamo fatto la differenza con lo spirito: quando giochiamo in questo modo è difficile batterci. Siamo lì, ma dobbiamo continuare a ragionare partita dopo partita. Quando mancheranno poche gare alla fine penseremo ai nostri obiettivi».