Pandev confessa: «La Lazio mi ha fatto crescere, mi dispiace per i fischi della gente»

pandev
© foto www.imagephotoagency.it

Pandev torna a parlare di Lazio. Domani, col suo Genoa, sfiderà la squadra di Inzaghi intanto ricorda gli anni vissuti a Roma

Lazio-Genoa, la partita degli ex. Dalla panchina affidata a Ballardini, alla porta difesa da Marchetti, la squadra di Inzaghi si ritroverà faccia a faccia col passato. Chi farà più male, però, sarà Goran Pandev. Come finì la sua esperienza coi biancocelesti è storia nota, così come lo sono le reti che da avversario ha siglato ferendo l’orgoglio della squadra capitolina. A Sportweek, l’ex attaccante ha commentato così i suoi anni a Roma:

«La Lazio mi ha fatto crescere, mi ha fatto giocare nelle partite importanti, con la Lazio ho esordito in Champions League. Poi per la questione del rinnovo del contratto il rapporto si è rotto, ho fatto sei mesi fuori rosa. Ci siamo lasciati male, ora quando torno la gente mi fischia e mi dispiace, perché fino a quando sono rimasto lì ho dato il cento per cento. Delio Rossi è stato il primo a credere in me. Mi schierava dappertutto, pur di farmi giocare. E’ un tecnico ideale per i giovani».