Lazio-Cagliari, l’ex Marchetti bestia nera dei sardi

© foto www.imagephotoagency.it

Ben poche responsabilità nei gol realizzati dal Torino, forse poteva far meglio una decina di giorni fa sul vantaggio del Bologna, questa sera però Federico Marchetti proverà a chiudere la saracinesca al Cagliari. Il portiere di Bassano del Grappa, secondo quanto riportato da Il Messaggero, è proprio la bestia nera dei sardi: nella prima stagione 2011/12, la Lazio vince 3 a 0 al Sant’Elia (Lulic, Klose e Rocchi) e 1-0 al ritorno all’Olimpico (Diakité). Nel 2012/13 il gol di Sau a Roma non basta, Konko e Candreva ribaltano il risultato. La sfida di ritorno al Nereo Rocco, vede l’unica vittoria rossoblu da quanto Marchetti veste la maglia biancoceleste, Dessena infrange però il tabù all’ultima giornata. Successivamente nel 2013/14, con Lopez in panchina, il Cagliari perde entrambe le sfide per 2 a 0. La prima all’Olimpico grazie alle marcature di Klose e Candreva, la seconda in Sardegna sotto i colpi di Lulic e di uno scatenato Keita. Nel 2014/15 infine mattatore ancora il bosniaco insieme a Mauri, Klose, ed Ederson (4-2) permettono alla Lazio di fare bottino pieno all’andata, stesso discorso al ritorno 3-1 con Miro, Biglia e Parolo.

 

TESTA A TESTA – Dopo un anno di transizione in serie cadetta, il Cagliari e Marchetti si ritrovano sul proprio percorso. Questa volta Federico dovrà prestare attenzione a Borriello, già 7 centri in carriera contro i capitolini. Zittire le critiche e riconquistare nel presente la sua Lazio, questo il suo obiettivo.