Lazio – Bologna, Top e Flop

© foto www.imagephotoagency.it

Riparte il campionato dopo la sosta per le nazionali e la Lazio è impegnata nel soleggiato pomeriggio romano con il Bologna di Donadoni. Gara tutta in salita per i ragazzi di Inzaghi che vanno in svantaggio all’8’ grazie al gol di Helander, il resto della gara è un assedio biancoceleste che però non produce il risultato sperato. Per agguantare il pareggio bisogna aspettare l’ultimo secondo, quando Wallace viene toccato, forse, da Oikonomo in area e viene fischiato il penalty. Immobile trasforma dal dischetto e la Lazio porta a casa un punto. Vediamo adesso chi è stato il migliore e il peggiore degli undici scesi in campo ieri.

 

Top – Non una prestazione brillante da parte dei biancocelesti in una gara in cui nessuno si è distinto ne per precisione ne per cinismo sottoporta. Una Lazio “sprecona” è stata la protagonista del match così come il reparto offensivo. Tra tutti Immobile si è reso protagonista di belle giocate, sicuramente avrebbe meritato miglior sorte il suo tiro che invece si è stampato sulla traversa ed è rimbalzato fuori dalla porta e ci sono da sottolineare anche alcune brillanti parate di Da Costa, ma si sa che questo è il dovere di un portiere!. L’attaccante di Torre Annunziata è stato sicuramente il più lucido per lo meno dal dischetto quanto all’ultimo secondo ha spiazzato il numero 1 degli emiliani regalando il pareggio ai biancocelesti.

 

Flop – Ieri scendeva in campo per la duecentesima volta con l’aquila sul petto, la prestazione però è stata tutt’altro che superba. Senad Lulic non ha giocato una delle sue migliori gare, spesso impreciso nei passaggi, confuso nelle giocate, mai incisivo in attacco. Il bosniaco non si risparmia mai, mette in campo tutto quello che ha e corre dannandosi sulla fascia, ogni tanto riesce a mettere in area qualche cross interessante, il risultato però non è sufficiente.