Crespo: «Eriksson e Bielsa, gli allenatori che stimo di pù. Higuain vale 90 milioni»

Uefa
© foto www.imagephotoagency.it

Valanghe di reti, trofei su trofei e chi più ne ha, più ne metta. L’ex idolo della tifoseria laziale Hernan Crespo, ha avuto una carriera costellata di soddisfazioni grazie anche ai vari maestri con cui ha avuto l’opportunità di poter lavorare e che non ha mancato di elogiare attraverso un’intervista al quotidiano argentino La Nacion. Da Bielsa a Passeralla, da Bielsa ad Eriksson, fino ad arrivare a Mourinho, la lista è lunga: «Di Marcelo Bielsa ammiro come riesce a migliorare individualmente ogni suo giocatore, è un perfezionista della posizione, cura ogni minimo dettaglio. Mi piace anche la condotta umana di Ancelotti e la metodologia di lavoro di Mourinho. Il portoghese, poi, ha la capacità di raggiungere l’empatia con ogni suo giocatore e con tutto l’ambiente dove lavora. Stimo molto anche Eriksson perché riesce sempre a trovare nel gruppo la soluzione di tutti i problemi, facendo capire alla squadra quando intervenire e come. Infine penso a Daniel Passarella, che mi ha fatto conoscere un sacco di cose utili per ottenere il successo che ho ottenuto». Ultima riflessione infine, sui due mega affari che hanno interessato quest’estate il calcio italiano: quelli relativi ai trasferimenti di Pogba al Manchester United e di Higuain alla Juventus: «I 90 milioni messi dalla Juve per Higuain? Nel calcio nessuno ti regala niente, se è stato pagato così tanto si vede che vale davvero così. Se devo essere sincero, mi sembra più logica la cifra sborsata dalla Juve per l’argentino che quella messa sul piatto dallo United per Pogba».