L’AVVERSARIO – Udinese: un punto nelle ultime tre partite per i friulani. Iachini è già in bilico

© foto www.imagephotoagency.it

Inizio di campionato altalenante quello dell’Udinese. Alla vittoria di San Siro contro il Milan e al pareggio interno contro la Fiorentina fanno da contraltare le sconfitte patite contro Chievo e Sassuolo, che hanno portato gli uomini di Iachini a soli due punti di margine dalla zona retrocessione.
Gli ultimi rumours provenienti dal Friuli parlano di sfida decisiva per l’ex tecnico del Palermo: qualora dovesse arrivare un’altra sconfitta nel match contro la Lazio, l’allenatore bianconero con molta probabilità sarà sollevato dal suo incarico.
Le parole pronunciate da Danilo in zona mista dopo la sconfitta del Mapei Stadium (“se un giocatore che gioca in serie A non è motivato deve cambiare mestiere“) testimoniano la mancanza di un gruppo unito all’interno dello spogliatoio, e sembrano rivolte soprattutto a Cyril Thereau, che non ha mai nascosto la volontà di andare via da Udine.
L’attaccante francese è stato l’unico giocatore dell’Udinese ad andare in doppia cifra nelle ultime due stagioni, riuscendo a risolvere alcuni difficili match a suon di gol. Fino a questo momento però l’ex Chievo sta giocando molto al di sotto delle sue possibilità, complice un atteggiamento in campo non proprio irreprensibile. La stagione è ancora lunga ma Iachini spera che il suo numero 77 inverta la marcia il prima possibile.

 

LA STELLA – Detto di un Thereau in ombra in questo avvio di campionato, l’uomo più in forma dei friulani è il nuovo acquisto Rodrigo De Paul. Tatticamente parlando l’ex Valencia si trova a suo agio nel 4-3-3 come esterno sinistro, anche se Iachini fino ad ora gli ha cucito addosso un ruolo per lui inedito, quello di interno nel 3-5-2, in modo da assicurare maggiore equilibrio al suo scacchiere.

Dotato di un ottimo dribbling e di una tecnica sopraffina, il talento argentino ogni tanto però tende a scomparire dal match, come accaduto domenica scorsa contro il Sassuolo, quando Iachini lo ha sostituito dopo appena 39 minuti.

 

COSI’ IN CAMPO CONTRO LA LAZIO – Da monitorare Badu al Bruseschi; ieri in parte col gruppo in allenamento, ma se non dovesse farcela spazio stavolta a Fofana. In attacco scalpitano Perica e Penaranda, ai box Ewandro che è stato operato al piede e ne avrà per tre mesi.

 

PROBABILE FORMAZIONE UDINESE (4-3-1-2): Karnezis; Heurtaux, Danilo, Felipe, Adnan; Kone, Kums, Fofana; De Paul; Thereau, Zapata.