L’AVVERSARIO – Empoli: inizio a rilento, Saponara ancora a secco

© foto www.imagephotoagency.it

Non è iniziato nel migliore dei modi il campionato dell’Empoli. Gli uomini di Martusciello hanno infatti raccolto appena 4 punti in 5 partite, frutto di una vittoria, un pareggio e tre sconfitte, l’ultima delle quali mercoledì al ‘Castellani’ contro l’Inter per 0-2. Nonostante l’avvio difficile, il tecnico azzurro sta proseguendo sulla falsariga dei suoi predecessori per quanto riguarda l’aspetto tattico, mantenendo la linea difensiva molto alta e attuando un lungo possesso palla, caratteristiche che contraddistinguevano l’Empoli di Sarri prima e di Giampaolo poi.

La sensazione è che comunque la squadra si sia indebolita a causa delle partenze di Zielinski, Mario Rui, Paredes e soprattutto Tonelli, vero pilastro della retroguardia, e che salvarsi non sarà una formalità come invece è avvenuto nella scorsa stagione, terminata con un sorprendente ma allo stesso tempo meritato decimo posto.

 

LA STELLA – Penalizzato dall’inizio di campionato non certo esaltante da parte di tutta la squadra, l’uomo più tecnico e pericoloso dei toscani è senza dubbio Riccardo Saponara. Il trequartista di Forlì non ha ancora lasciato il segno in queste prime cinque partite, ma dal momento in cui tornerà al top della condizione, farà sicuramente vedere tutte le qualità che possiede. Molto abile a muoversi tra le linee e dotato di un buon tiro dalla distanza, Saponara è certamente il giocatore dell’Empoli al quale la Lazio deve prestare più attenzione, per evitare che si sblocchi proprio contro i biancocelesti.

 

COSI’ IN CAMPO CONTRO LA LAZIO – Mister Martusciello in mezzo al campo potrebbe far tirare il fiato a Tello così da inserire Krunic, ritrovano posto dal 1′ Pasqual e Croce. In attacco Maccarone con Pucciarelli, ai box Laurini e Costa, retroguardia completata allora da Zambelli e Barba.

 

PROBABILE FORMAZIONE EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski; Zambelli, Bellusci, Barba, Pasqual; Krunic, J.Mauri, Croce; Saponara; Pucciarelli, Maccarone.