Iodice ancora contro Lotito: “Lui non rispetta le regole, rifarei quello che ho fatto”

© foto www.imagephotoagency.it

Il Segretario Generale della S.S. Ischia Isolaverde, Pino Iodice è intervenuto ai microfoni di ” Io gioco pulito”, parlando come al solito dell’intercettazione della telefonata con Claudio Lotito e descrivendo il compito occupato da Infront nel calcio italiano. “Il mio gesto ha rappresentato una svolta epocale. Lo rifarei perché il mondo del calcio è un mondo che mi appartiene e non temo niente e nessuno. Tuttavia, intorno mi è stata fatta terra bruciata, avevo dei contratti in piedi che avrebbero dovuto sfociare in contratti scritti e concreti ma, molti presidenti mi hanno detto che non era più possibile portarli a termine perché ero stato artefice della telefonata registrata a Claudio Lotito, e la cosa li metteva in grave difficoltà. E’ Lotito a decidere nella Lega di Seria A, la maggior parte delle società lo ritiene punto di riferimento. Sono poche le società che si sono dissociate dalla volontà del grande Claudio, così come viene definito. Lotito non sta alle regole. Infront è il finanziatore del calcio italiano, ma non deve essere così. Il calcio italiano, dunque, dipende da un finanziatore. Se dovesse saltare il grande finanziatore, il calcio italiano rischia di chiudere i battenti a campionato in corso”.