Inzaghi: «Vittoria meritata, ma che sofferenza! Siamo stati bravi a crederci fino alla fine». Poi sul mercato…

© foto www.imagephotoagency.it

La Lazio vince al 90’ grazie a un gol di Immobile, a segno dopo 7 partite. Simone Inzaghi ai microfoni di Mediaset Premium analizza il match: «Abbiamo sofferto perché non abbiamo trovato subito il gol, 15 angoli a 0, 18 tiri a 1, vittoria meritata che andava conquistata prima, ma quando sbagli qualche gol e il rigore diventa difficile. Il Crotone ci ha messo in difficoltà ma la vittoria è meritata. Non l’abbiamo mai perso, è sempre stato importante anche quando non ha segnato. Sono contento che abbia segnato lui e anche per Rossi, si è meritato l’esordio ora starà a lui dimostrare di meritare tutto questo. Assenze? Luis Alberto e Lombardi hanno fatto un’ottima partita, si sono impegnati, avevano costruito un gol regolare ingiustamente annullato, sono contento di loro. Davanti a loro hanno due che nell’ 1 contro 1 sono micidiali, aldilà di questo sono contento di loro e di chi è subentrato. Classifica? Anche le altre fanno fatica e vincono negli ultimi minuti, oggi siamo stati bravi a crederci fino alla fine. Il Crotone si è difeso bene, era compatto, non era facile trovare sbocchi. Nell’ultimo quarto d ora abbiamo alzato Milinkovic per dare più fluidità, ma credo che con il gol di Lombardi e il rigore sarebbe stata un’altra partita. La vittoria non fa una piega, ma potevamo portarla a casa prima. Biglia? E’ il nostro capitano, oggi ha fatto una buona gara anche se ha sbagliato il rigore. E’ uscito gli ultimi 10 minuti per un cambio tattico, i rigori li sbaglia solo chi li tira, oggi è stato sfortunato a prendere la traversa, ma nelle due precedenti occasioni aveva trovato il gol. Champions? Siamo lì abbiamo 37 punti, nessuno ci ha regalato niente, li abbiamo meritati tutti sul campo, ora siamo in alto e vogliamo rimanerci. Mercato? C’è la società che pensa a questo, se qualcuno uscirà, ne arriverà un altro, ma oggi abbiamo dimostrato di avere giocatori forti come Kishna, Lombardi e Luis Alberto. A tutti i ragazzi che ho lanciato non ho regalato niente, ogni giorno in allenamento mi convincono che devo puntare su di loro».

 

Mister Inzaghi è intervenuto anche ai microfoni di Sky Sport subito con una replica: Lazio fortunata? Assolutamente no, la Lazio al di là di quello che si possa dire ha fatto 15 corner a 0 e 18 tiri a 2, ha meritato la vittoria  arrivata nei minuti finali, avevamo davanti un portiere insuperabile, a volte si fa fatica a vincere ma sulla vittoria della Lazio penso che il risultato non faccia una grinza. Il difficile arriva adesso, all’8 di luglio nessuno ci avrebbe dato 37 punti alla fine del girone di andata, forse avremmo potuto averne qualcuno in più, ma è solo merito dei ragazzi. Penso ci siano ampi margini di crescita oggi abbiamo visto qualche elemento nuovo come Luis Alberto, Lombardi e Rossi, loro hanno davanti Keita e Anderson quindi per loro è più difficile ma hanno sempre lavorato bene. Nel girone di andata abbiamo perso 4 partite con le prime 4 in classifica, stiamo analizzando il perché e dobbiamo lavorare. Rigore annullato per il Crotone? In dubbio tanto quanto  quello di Lombardi, giusto l’intervento del direttore di gara”.

Il tecnico ha parlato anche a Lazio Style Channel: «Il difficile viene adesso, la Lazio non sarà più una sorpresa. La nostra vittoria non fa una piega, con un gol nel primo tempo avremmo sofferto meno. Immobile? Per noi è una certezza, è il centravanti titolare della Nazionale. Gli ho sempre detto di star tranquillo e di giocare come solo lui sa fare. Ha trovato buoni portieri, pali e tanti momenti sfortunati. Oggi ha fatto una gol importante. Abbiamo cercato di giocare sempre palla a terra, nel finale abbiamo sfruttato la fisicità di Milinkovic. Luis Alberto e Lombardi? Sono stati bravi, la loro sfortuna è che davanti hanno Keita e Felipe Anderson. Si sono fatti trovare pronti, dispiace per il gol annullato nel primo tempo a Lombardi. Rossi? Si è  meritato l’esordio con quello che ha fatto nella Primavera. Ha lottato su tutti i palloni oggi, adesso toccherà a lui fare bene. Atalanta? Sarà una sfida difficile. Troveremo una squadra in salute, domani faremo un lavoro di scarico e poi prepareremo la gara con l’Atalanta».

 

 

Il mister infine si è concesso alle domande dei cronisti presenti in conferenza stampa: «Chiudiamo il girone con 37 punti conquistati sul campo, è dal primo giorno che lavoriamo e adesso verrà il difficile, siamo lì e dobbiamo tenere alta la guardia e disputare un ottimo girone di ritorno. Oggi 15 angoli a 0, un rigore sbagliato ce la siamo complicati da soli, un portiere insuperabile, a volte le partite si vincono anche così, il Crotone ha fatto la sua gara ma noi alla fine ci portiamo a casa questi tre punti. Sarebbe bello ripetersi nel girone di ritorno, queste gare dette semplici non le abbiamo mai fallite e dobbiamo migliorare in quei match che abbiamo perso contro le grandi».
Su Luis Alberto e Lombardi: «Hanno disputato un’ottima gara come Kishna e Rossi, hanno giocato poco soprattutto Luis Alberto, Lombardi è giovane l’ho cresciuto, so cosa può dare. Davanti a loro hanno Keita e Anderson che per noi sono determinanti, oggi hanno avuto la loro opportunità e hanno fatto una buona gara. Abbiamo cercato di giocare come avevamo provato in settimana, l’ultimo quarto d’ora quando ho cambiato modulo abbiamo alzato qualche palla in più con Milinkovic. Immobile? Il primo rigorista é Biglia, il secondo Ciro, fino ad oggi non aveva mai sbagliato. I rigori li sbaglia solo chi li calcia».

Articolo precedente
Trastevere calcio RossiRossi: «L’esordio è un punto di partenza, spero di fare una grande carriera con la Lazio»
Prossimo articolo
Crotone, Nicola: «La Lazio ha segnato grazie a un nostro errore. E sul gol annullato…». Festa: «Grande partita, ma giocare qui non è facile per nessuno»